May 04, 2021 07:15 Europe/Rome
  • L'anniversario del martirio dell'Imam Ali (as) + FOTO

- Oggi si celebra l'anniversario del martirio dell’Imam Ali (as), cugino e genero del santo Profeta (Saw), nel 40 esimo anno dopo l'egira, nel mese di Ramadan, fu colpito alla testa con una spada velenosa mentre faceva la preghiera nella Moschea di Kufa, nell'allora Iraq.

Ecco a voi una storia dell'Imam Ali (as) e il medicante cristiano

L’anziano, un cristiano, aveva lavorato tutta la sua vita, ma non era riuscito a mettere nulla da parte per la vecchiaia. Ultimamente era diventato anche cieco. La vecchiaia, la povertà e la cecità avevano unito le loro mani e lui non aveva altro modo che chiedere l’elemosina. Per mendicare era solito mettersi all’angolo di una strada. La gente aveva compassione di lui e gli dava qualche elemosina attraverso la quale mangiava ogni giorno, e così continuò la sua triste vita.

Un giorno il Comandante dei Credenti ‘Ali attraversò quella strada e vide il vecchio mendicante in quella condizione. ‘Ali andò allora dall’anziano. Voleva conoscere i motivi che lo avevano ridotto in quella condizione.

“Non ha nessun figlio ad aiutarlo? O non c’è altro modo per lui per vivere una vita rispettabile durante la sua vecchiaia e non chiedere l’elemosina?”

Le persone che conoscevano l’anziano si avvicinarono e informarono ‘Ali che si trattava di un cristiano e che aveva lavorato sodo finché aveva avuto la vista ed era stato giovane e forte. Ora che aveva perduto la sua giovinezza e vista non era in grado di fare alcun lavoro; inoltre non aveva alcun risparmio, quindi era naturale che mendicasse.

‘Ali disse allora: “Ah! Finché aveva forza lo avete fatto lavorare e ora lo lasciate solo? La sua storia mostra che quando aveva energia ha lavorato. Pertanto è dovere del governo e della società sostenerlo finché sarà in vita. Andate e dategli uno stipendio dalle casse dello Stato (Islamico)”.

Tratto da: M.Motahhari “Dastan-e Rastan” (Le storie dei giusti)

Traduzione a cura di Islamshia.org

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:
Instagram: @parstodayitaliano
Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte
Twitter: RadioItaliaIRIB
Youtube: Redazione italiana
VK: Redazione-Italiana Irib
E il sito: Urmedium