Feb 11, 2022 11:00 Europe/Rome
  • India, divieto governativo dell'hijab: proteste e arresti

Nuova Delhi - La polizia ha arrestato una ventina di studenti e attivisti durante le manifestazioni ...

 di giovedì a Nuova Delhi, per protestare contro il divieto del governo di indossare l'hijab nei college. 

Scuole e college chiusi nel Karnataka, Stato meridionale dell’India sede di uno dei più importanti poli tecnologici e scientifici del Paese. La decisione è stata adottata a seguito di scontri e tensioni su un divieto di indossare il velo islamico, l’hijab, durante le lezioni in classe. A prendere la misura nell’ottica di “mantenere la pace e l’armonia” è stato il governatore dello Stato Basavaraj Bommai, esponente del partito nazionalista induista di governo, il Bharatiya Janata Party (Bjp).

La polemica è cominciata a dicembre, quando a sei studentesse di un college femminile gestito dal governo nel distretto di Udupi non era stato permesso di entrare in aula con l’hijab, perché non previsto dalla divisa scolastica. Ne sono derivati giorni di tensioni fuori dagli istituti, con lanci di pietre in alcune città e schermaglie sui social media.

A esarcebare le tensioni, un video rilanciato in settimana dai media di Delhi che mostra uno gruppo di giovani con indosso la sciarpa color zafferano caratteristica di alcuni movimenti induisti. Nel filmato i ragazzi impediscono l’accesso al college a una studente in abiti tradizionali islamici in un istituto di Mandya. La giovane, che risponde alle esclamazioni induiste della folla urlando “Allah Akbar”, è diventata una sorta di eroina per molti utenti social di confessione musulmana. Secondo il ministro degli Interni del Karnataka, Araga Jnanendra, il divieto riguarda sia gli hijab che le sciarpe color zafferano e non è relativo all’ingresso negli edifici degli istituti ma solo allo stare in classe.

Sui social si denuncia una crescente islamofobia con anche violenze ai danni dei musulmani nell’India governata dal premier nazionalista Narendra Modi.

 

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:
Instagram: @parstodayitaliano
Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte
Twitter: RadioItaliaIRIB
Youtube: Redazione italiana
VK: Redazione-Italiana Irib
E il sito: Urmedium

Tag