Nov 14, 2019 05:46 Europe/Rome
  • Italia: sostegno totale a Morales. Corteo a Roma contro golpe in Bolivia

ROMA (Pars Today Italian) - Almeno 200 persone hanno manifestato  a Roma davanti l’Ambasciata di Bolivia per protestare contro il golpe in corso in Bolivia che ha visto il suo ultimo atto nell’autoproclamazione della razzista e fascista senatrice Jeanine Anenz a presidente di un paese oggi in mano ad una feroce dittatura militare.

Dittatura protagonista di morti, linciaggi e persecuzioni politiche contro i dirigenti del Mas, partito del presidente legittimo Evo Morales, contadini, minatori e popolazione indigene. Particolarmente colpita dalla repressione della dittatura è oggi la zona di El Alto.

Presenti in piazza diverse organizzazioni politiche e sindacali, dall’Usb alla Rete dei comunisti, dal Pci al Pc, da Potere al Popolo a Rifondazione Comunista, e organizzazioni pacifiste come Rete No War.

Con il presidente Morales che è riuscito a fuggire in Messico e salvare la propria vita dopo il golpe, oggi la repressione per chi nel paese non si arrende al golpe è davvero brutale ed è raccapricciante il silenzio dell’Unione Europea su tutto quello che sta accadendo in Bolivia.

Una delegazione guidata dal Prof. Vasapollo è salita a portare solidarietà all’Ambasciatore boliviano, che ha accolto tutti con affetto e amicizia. “La situazione è difficile, ma la lotta è appena iniziata. Il nostro totale appoggio a Evo, ai minatori, ai contadini e agli indigeni che sono in lotta contro il fascismo.

Il colpo di stato è stato organizzato prima del 20 ottobre e la sua matrice è quella neo-nazista di Santa Cruz con l’opera fondamentale degli Stati Uniti e delle multinazionali del Litio”. Le parole di Vasapollo al termine dell’incontro.

Tag

Commenti