Dic 14, 2019 23:25 Europe/Rome
  • E così cambiano gli equilibri politici in Italia

Nuovi sondaggi ridisegnano gli equilibri politici in Italia. Dopo una settimana ricca di polemiche sul Mes e l’accordo arrivato sulla manovra economica, gli istituti Ixè, Swg e Tecnè sintetizzano così i nuovi orientamenti al voto degli italiani.

Il sondaggio di Swg Secondo quanto raccolto da Swg per La7 la Lega perderebbe lo 0,8% rispetto alla settimana precedente, portandosi al 33%. Restando nel centrodestra, Fratelli d’Italia perderebbe la doppia cifra tornando al 9,8% (-0,2%), mentre Forza Italia guadagnerebbe 0,2 punti arrivando al 5,3%. Aggiungendo anche Cambiamo! (1,2%), la coalizione di centrodestra comprendente i partiti di Salvini, Meloni, Berlusconi e Toti avrebbe il 49,3% delle preferenze (era il 49,9% la settimana scorsa). Nella sinistra, ad un momento di stabilità del Movimento 5 Stelle fermo al 15,5%, si affiancherebbe una crescita per il Partito Democratico (18%) e un calo di 0,3 punti per Italia Viva (4,6%). Sinistra Italiana-MDP-Art. 1 (3,2%) e +Europa (1,5%) perderebbero un irrisorio 0,1% su base settimanale, mentre i Verdi (2,2%) guadagnerebbero lo 0,2%. Il nuovo partito di Carlo Calenda, Azione va al 3,5%, cioè 0,2 punti in più rispetto alla settimana scorsa. Il sondaggio di Ixè Nel sondaggio Ixè per Cartabianca la coalizione di centrodestra nel complesso perde quasi un punto percentuale (-0,8%) e si attesta al 48,8%. Sarebbe Lega a farne le spese maggiori calando di oltre mezzo punto scendendo al 30,6% dei consensi. Anche Fratelli d’Italia è in calo piazzandosi come quarta forza con il 10,6%. Forza Italia invece negli ultimi sette giorni ha guadagnato due decimi di punto, totalizzando il 7,6% dei consensi. Il Movimento 5 Stelle ritorna al 16,3%. Il PD va al 20,8%, mentre prosegue il calo di Italia Viva: il partito i Matteo Renzi raccoglierebbe soltanto il 3,3% (-0,3%), mentre La Sinistra sarebbe al 2,9% (+0,2%). +Europa perderebbe mezzo punto percentuale (2,5%), mentre Europa Verde rimarrebbe grossomodo stabile (1,2%) e la nuova formazione dell’ex ministro Carlo Calenda guadagnerebbe due decimi di punto arrivando allo 0,9%. Il sondaggio di Tecnè Tecnè, per Quarta repubblica, registrerebbe la flessione della Lega di 0,6 punti percentuali rispetto alla settimana scorsa, col Carroccio che si attesterebbe al 34,1%. Grande balzo in avanti per Fratelli d’Italia, che avrebbe il 10,3%, registrando una crescita di 0,8 punti percentuali. Perderebbe lo 0,2%, invece, Forza Italia: il partito di Silvio Berlusconi convincerebbe ora l’8,0% del campione sondato. sembra continuare la crisi del Movimento 5 Stelle (15,6%), in calo dello 0,2% questa settimana. Male anche il PD di Nicola Zingaretti che – stando ai sondaggi diffusi nella trasmissione di Nicola Porro – si attesterebbe attorno al 18,6% con una flessione negativa, rispetto al 2 dicembre, dello 0,4%. Non crescerebbe neppure Italia Viva, che avrebbe il 4,0% (-0,1).
Commenti