Feb 28, 2021 04:45 Europe/Rome
  • Uno 'shock senza precedenti' sta investendo l’economia italiana

Il Coronavirus si è manifestato in una fase caratterizzata da segnali di debolezza per l’economia italiana.

Roma- L’emergenza sanitaria e la conseguente sospensione delle attività di interi settori produttivi hanno rappresentato, anche in Italia “uno shock improvviso e senza precedenti sulla produzione di beni e servizi e, di conseguenza, sul mercato del lavoro”.

Nella media dei primi tre trimestri del 2020 gli occupati diminuiscono di 470 mila unità (-2% rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente) tornando poco sopra ai livelli del 2016. E’ la fotografia scattata dal ministero del Lavoro, Istat, Inps, Inail e Anpal nel Rapporto sul mercato del lavoro 2020.

Uno “shock senza precedenti” sta investendo l’economia italiana. Nel 2020 il Pil segnerà una “marcata contrazione” crollando dell’8,3% ma nel 2021 ci sarà una ripresa parziale (+4,6%), prevede l’Istat nel rapporto sulle prospettive per l’economia italiana nel 2020-2021.

Il Covid-19 si è manifestato in una fase caratterizzata da segnali di debolezza per l’economia italiana. In questo quadro le misure di contenimento adottate dal governo e il blocco delle attività hanno avuto effetti immediati sulla produzione. Nel primo trimestre dell’anno il Pil italiano ha registrato una contrazione del 5,3% segnando arretramenti del valore aggiunto in tutti i principali comparti produttivi, con agricoltura, industria e servizi diminuiti rispettivamente dell’1,9%, dell’8,1% e del 4,4%.

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium

Tag