Apr 10, 2021 21:52 Europe/Rome
  • Matteo Salvini alla sbarra a Catania, Pm chiede non luogo a procedere

L'ex ministro dell'Interno, Matteo Salvini, nella vicenda dello sbarco dei migranti da nave Gregoretti al centro dell'udienza preliminare in corso nell'aula bunker di Catania, "non ha violato alcuna delle convenzioni internazionali", le sue scelte sono state "condivise dal governo" e la sua posizione "non integra gli estremi del reato di sequestro di persona" perché "il fatto non sussiste".

Lo ha detto il Pm Andrea Bonomo che, a conclusione del suo intervento in aula davanti al Gup Nunzio Sarpietro, ha ribadito la richiesta di non luogo a procedere nei confronti dell'ex ministro. Inoltre, aveva osservato il pm, "le direttive politiche erano cambiate" e dal 28 novembre il Viminale aveva espresso la volontà di assegnare il Pos e di "farlo in tempi brevi", giustificando "i tempi amministrativi" per attuare lo sbarco dei migranti "con la volontà del ministro Salvini di ottenere una ridistribuzione in sede europea". Inoltre sulla nave "sono stati garantiti assistenza medica, viveri e beni di prima necessita'" e "lo sbarco immediato di malati e minorenni". "Quello che mi ha colpito della deposizione dell'ex ministro Toninelli è stata l'ansia di dimostrare che la poltrona del ministro dei Trasporti era vacante e che lui non faceva altro che parlare del dibattito politico", ha detto nell'aula bunker del carcere Bicocca di Catania l'avvocato Giulia Bongiorno che assiste l'ex ministro dell'Interno Matteo Salvini nel procedimento in cui è accusato di sequestro di persona dopo lo sbarco negato, a luglio del 2019, ai migranti della nave Gregoretti. "Il ministro Toninelli - ha aggiunto - si è tirato un po' fuori. Sarebbe stato meglio rivendicare con forza coraggio e senza timori quello fatto nel governo Conte 1. Una linea politica ben precisa, governativa che quando si e' mosso l'allora ministro Salvini lo ha fatto attuando sempre una linea politica". "Quando Matteo Salvini era ministro, si è mosso seguendo sempre una linea politica". Lo ha detto il legale del capo della Lega, Giulia Bongiorno, nel corso dell'udienza preliminare sul caso Gregoretti, che si svolge a Catania. "Da quando Salvini era al Viminale i numeri dei morti è crollato", ha aggiunto, sottolineando che gli episodi di sofferenza o le "bare" emerse dal racconto dalle parti civili "non c'entrano con il processo". E, ha sottolineato, "se fossimo davvero davanti a un sequestro di persona, oggi qui mancherebbero molti sequestratori autorevoli, ricordando la deposizione dell'ex ministro Toninelli e i suo "non ricordo". "Era meglio rivendicare", ha detto Bongiorno. Opposta la posizione delle parti civili sul caso Gregoretti, nave della Guardia costiera italiana che rimase in attesa di far sbarcare le persone per diversi giorni.

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium

Tag