Ago 13, 2022 05:54 Europe/Rome
  • Berlusconi: non ho mai chiesto a Mattarella le dimissioni

ROMA-Non ho mai attaccato il presidente Mattarella, né mai ne ho chiesto le dimissioni.

È la replica del presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, dopo le polemiche seguite alla sua dichiarazione di questa mattina, nella quale affermava che, se entrasse in vigore il presidenzialismo, sarebbero necessarie le dimissioni di Mattarella per andare alle elezioni dirette del capo dello Stato. “Ho solo detto una cosa ovvia e scontata”, ha spiegato Berlusconi, precisando che Mattarella “potrebbe peraltro essere eletto di nuovo”. “Tutto qui: una semplice spiegazione di come potrebbe funzionare la riforma sul presidenzialismo proposta nel programma del centro-destra”, ha evidenziato il presidente FI, che ha concluso: “Come si possa scambiare tutto questo per un ‘attacco a Mattarella’ rimane un mistero. O forse si può spiegare con la malafede di chi mi attribuisce un’intenzione che non è mai stata la mia”. Anche la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, ha definito il presidenzialismo come “una riforma seria”.

Le parole di Berlusconi però hanno scatenato molte polemiche tra gli altri partiti. Per il segretario del Partito democratico, Enrico Letta, le dichiarazioni del presidente di Forza Italia dimostrano che “questa destra è pericolosa per il Paese”. “Se oggi c’è un punto di unità nel Paese è Mattarella – ha sottolineato il segretario dem – e ora, dopo aver fatto cadere Draghi, vogliono fare cadere anche lui”. Letta ha poi rimarcato che si tratta di “un’evidente autocandidatura” al Quirinale, ricordando che “Berlusconi a gennaio era il candidato del centrodestra al Quirinale” e che “non a caso Berlusconi, che interviene poco, oggi ha parlato proprio di questo”. Dello stesso avviso è il ministro degli Esteri e leader di Impegno civico, Luigi Di Maio, secondo cui “Berlusconi voleva fare il presidente della Repubblica, non c’è riuscito e ora vuole il presidenzialismo per buttare giù Sergio Mattarella”. “Non c’è niente di moderato in tutto questo”, ha sottolineato Di Maio. “Se vogliamo evitare Silvio Berlusconi al Quirinale e Matteo Salvini al ministero dell’Interno – ha avvertito – è necessario rafforzare la coalizione progressista”.

 

 

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:
Instagram: @parstodayitaliano
Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte
Twitter: RadioItaliaIRIB
Youtube: Redazione italiana
VK: Redazione-Italiana Irib
E il sito: Urmedium

Tag