Oct 20, 2019 05:57 Europe/Rome
  • Era andato a trovare la nonna, ucciso a sangue freddo da forze sioniste

Il corpo è ancora in mano dell’autorità del regime sionista ed ai famigliari al momento è impedito di vederlo.

Al-Quds- Venerdì sera, nei Territori palestinesi occupati, il giovane Raed Al Bahr, di 25 anni, residente a Kufr Zebad, in provincia di Tulkarem, è stato brutalmente assassinato dalle forze di sicurezza del regime sionista con dei colpi di fucile.

Raed si era recato nei pressi del check-point di Jbara, a Tulkarm, per consegnare in dono delle olive alla nonna, che abita al di là del muro nella città di Tira, lasciandole alle nipoti di quest’ultima.

Il giovane, dopo aver consegnato il dono, è stato inspiegabilmente fermato da alcuni militari sionisti che lo hanno accusato di stringere in mano un coltello. Le forze sioniste hanno quindi fatto fuoco lasciando per terra il cadavere senza chiamare i soccorsi.

Fonti rivelano che il giovane non era in possesso di alcun coltello. Il corpo è ancora in mano dell’autorità del regime sionista ed ai famigliari al momento è impedito di vederlo.

 

Tag

Commenti