Oct 20, 2019 17:26 Europe/Rome
  • Siria, lettera di Trump a Erdogan: buttata nella spazzatura

- La lettera del 9 ottobre scorso con cui il presidente Usa Donald Trump ha chiesto al collega turco Recep Tayyip Erdogan di evitare un attacco ai curdi in Siria poco prima che venisse lanciata l'offensiva e' stata "gettata nella spazzatura" dal presidente turco. Lo riferiscono fonti governative di Ankara, citate da media locali.

"Caro presidente, lavoriamo per un buon accordo! Non vuoi essere responsabile del massacro di migliaia di persone e io non voglio essere responsabile della distruzione dell’economia turca. E ti puoi fidare che lo posso diventare". Inizia così la lettera che il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha inviato il 9 ottobre al suo omologo turco, Recep Tayyip Erdogan, il giorno in cui la Turchia ha ufficializzato l’inizio dell’operazione Fonte di Pace con la quale ha invaso i territori nel nord-est della Siria. Missiva che fonti governative di Ankara hanno detto di averla gettata nella spazzatura. 

Dopo la minaccia di dure ritorsioni economiche nei confronti di Ankara, che fino a oggi si sono tradotte solo in alcune sanzioni che riguardano i membri del governo Erdogan, il tono della lettera diventa più conciliante, con il presidente americano intento a convincere il leader turcoo a fare un passo indietro sull’operazione militare, facilitata proprio dal ritiro delle truppe americane dalle aree di confine tra Siria e Turchia.

Poi l’appello: "La storia ti giudicherà in maniera favorevole se risolverai questa situazione in maniera umana e giusta. Sarai considerato come il diavolo, invece, se le cose giuste non accadranno. Non fare il duro. Non essere stupido! Ti chiamerò più tardi ".

Commenti