Nov 11, 2019 10:00 Europe/Rome

PARSTODAY-"Dietro le proteste in Iraq e in Libano ci sono gli attori stranieri, questi disordini non sono causali anzì sono già pianificati.

Tali provocazioni dovevano costituire una sorta di rivincita per Washington, Telaviv e Riad dopo il fallimento delle loro azioni militari, come l'invasione dello Yemen, la destabilizzazione tramite gruppi terroristi in Siria e in Iraq dove non ci sono riusciti a ottenere i risultati desiderati...", queste le parole di Suleiman Kahani, fondatore di 'Palestina Felix',( palaestinafelix.blogspot.com)nonchè gestore del canale YouTube omonimo, sulle false pretese Usa sugli ultimi sviluppi in Asia Occidentale e in Iraq.

 

Commenti