Apr 02, 2020 17:19 Europe/Rome
  • Iraq, diversi Paesi Nato ritirano le truppe

Con il ritiro delle forze armate statunitensi da diverse basi in Iraq, un certo numero di nazioni della Nato hanno seguito l’esempio, ha rivelato in una recente intervista il maggiore generale Tahsin al-Khafaji, portavoce delle operazioni congiunte irachene. Nei giorni scorsi, la missione della coalizione internazionale si è ritirata da diversi siti strategici di sicurezza militare, tra cui le basi K-1 e Qayyara nei governatorati di Ninive e Kirkuk.

Il maggiore generale Tahsin al-Khafaji, ha confermato mercoledì all’agenzia stampa Sputnik che le forze della missione della coalizione, immediatamente dopo essersi ritirate da questi siti militari, hanno lasciato l’Iraq. Al-Khafaji ha rivelato che i Paesi della Nato che hanno ritirato le loro forze dall’Iraq di recente sono Belgio, Canada, Francia e Stati Uniti.

Nelle ultime due settimane, le forze della coalizione si sono ritirate da quattro basi militari in Iraq, incluso un impianto situato lungo il confine siriano.

Forze Usa circondate in Iraq

Il portavoce del movimento della Resistenza irachena Kataib Hezbollah, Jaafar al-Hosseini, ha affermato che le forze militari americane sono circondate dai gruppi della Resistenza irachena. “Molte persone non sono consapevoli del fatto che ora gli americani sono completamente circondati in Iraq perché non possono circolare nelle strade di Baghdad e non possono andare da una base all’altra se non in elicottero”, ha dichiarato al-Hosseini la scorsa settimana durante un’intervista rilasciata alla televisione libanese al-Mayadeen. 

Tag

Commenti