May 18, 2020 06:04 Europe/Rome
  • Iraq: ‘issare bandiera gay dall’Ue violazione di legge del Paese’. È stata abbassata

BAGHDAD-La rappresentanza in Iraq dell'Unione europea (UE) domenica notte, in seguito alle diffuse proteste e condanne da parte del popolo, del governo e dei politici iracheni all’offensivo e indegno gesto dell’innalzamento della bandiera rainbow (bandiera gay) nella sua sede sul suolo iracheano, l’ha abbassata.

Anche le notizie e immagini di questo gesto sono state rimosse dal suo sito web ufficiale, nonché da Facebook e Twitter.

Secondo l’IRIB, domenica la rappresentanza dell'Unione europea in Iraq, l’ambasciata dell’Inghilterra e del Canada, violando la legge dell’Iraq,  hanno issato per la prima volta e in modo  ufficiale la bandiera rainbow sul suolo iracheno. Un gesto che ha suscitato indignazione e la furia del popolo e delle autorità del Paese asiatico.

Nello stesso giorno il ministero degli Esteri iracheno ha rilasciato una dichiarazione in cui ha denunciato il gesto offensivo sostenendo che è contro "la nobile morale di tutte le religioni divine".

"Ricordiamo a tutti i diplomatici stranieri che lavorano in Iraq di rispettare la legge del Paese e di seguire le norme diplomatiche", si legge nel comunicato.

 

Tag

Commenti