May 23, 2020 05:57 Europe/Rome
  • Nasrallah: Usa lanciano guerre per proteggere e assicurare Israele

BEIRUT-Il leader del movimento di resistenza libanese Hezbollah ha tenuto un discorso durante la giornata mondiale di Al-Quds, quando insiste sul ritorno delle terre palestinesi occupate dal regime sionista.

“Ricordando l'illegittimità del regime israeliano”, ha insistito Seyed Hasan Nasrallah sulla necessità per I sionisti di restituire tutta la terra palestinese occupata.

 "Israele è un regime illegittimo, occupante e aggressivo e deve restituire tutte le terre palestinesi occupate", ha sottolineato.

Avendo messo in evidenza la fiducia dei musulmani nella causa palestinese, il leader di Hezbollah ha chiarito che i diritti dei palestinesi non cambieranno nel tempo e nessuno ha il diritto di dare un pollice di terra palestinese ai sionisti.

Nasrallah ha considerato la resistenza in tutte le sue forme come l'unico modo per liberare la Palestina, insistendo sul fatto che tutti gli altri mezzi sono una perdita di tempo: "Tutte le conversazioni con il regime israeliano portano a un vicolo cieco", ha aggiunto.

"Gli USA lanciano guerre per proteggere e assicurare Israele ", ha affermato, sostenendo che le guerre si sono registrate negli ultimi decenni nell'area, dagli otto anni di guerra imposti all'Iran dal Saddam Hussein all'attuale guerra saudita contro lo Yemen è stato progettato con l'obiettivo di mantenere un equilibrio di potere a favore di Israele.

 Nasrallah ha sottolineato la posizione dell'Iran nell'Asse della Resistenza e nell'equazione del confronto con il regime sionista e ha specificato che la ragione di tutta la pressione, le sanzioni e le azioni degli Stati Uniti. Contro l'Iran, è perché il paese persiano svolge un ruolo chiave nella difesa del fronte della Resistenza ed è il "centro di gravità" dell'Asse.

Seyed Hasan Nasrallah, ha tenuto un discorso per celebrare l'evento della Giornata di Al Quds, fondata per la prima volta dall’Imam Khomenei fondatore della Repubblica islamica dell'Iran nel 1979 per esprimere solidarietà al popolo palestinese di fronte all'entità israeliana sionista.

Fonte:lantidiplomatico.it

Tag

Commenti