Giu 29, 2020 06:42 Europe/Rome
  • Hezbollah condanna le dichiarazioni dell'ambasciatrice Usa, 'deve chiedere scusa al popolo libanese'

BEIRUT (Pars Today Italian) - L’Assemblea degli avvocati di Hezbollah ha elogiato la decisione emessa dal giudice, Mohammad Mazeh, ...

che proibisce all’ambasciatore americano in Libano, Dorothy Shea, di rilasciare dichiarazioni volte a destabilizzare la nazione.

In una dichiarazione rilasciata da Hezbollah, si condanna la Shea per gli insulti e gli interventi nelle questioni interne libanesi, aggiungendo che le sue dichiarazioni violano le norme e le convenzioni internazionali sponsorizzate dall’accordo di Vienna, nonché i legami diplomatici.

Shea ha palesemente violato la sovranità del Libano usando una terminologia odiosa per descrivere il governo libanese e intervenendo negli affari interni del Paese. La dichiarazione riporta che il blocco disumano degli Stati Uniti sul popolo libanese e sui popoli della regione costituisce un crimine contro l’umanità nel senso del diritto internazionale.

“La dichiarazione dell’ambasciatore americano è considerata una violazione del primo paragrafo dell’articolo 41 della Convenzione di Vienna, che obbliga il diplomatico a rispettare le leggi e i regolamenti dello Stato dipendente ed evitare di interferire nei suoi affari interni”.

L’etichettatura di Shea nei confronti di Hezbollah e della Resistenza come “terrorista” è un insulto e un’aggressione contro il popolo libanese. È un insulto ai martiri e ai feriti, nonché alle loro sofferenze a causa delle politiche statunitensi e dell’infinito sostegno militare, mediatico e finanziario all’aggressione sionista in Libano, Palestina e tutti i Paesi arabi. “Shea deve fare chiare scuse al popolo libanese per ciò che ha commesso”, conclude la dichiarazione della Resistenza libanese.

Fonte:ilfarosulmondo.it

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:
Instagram: @parstodayitaliano
Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte
Twitter: RadioItaliaIRIB
Youtube: Redazione italiana
VK: Redazione-Italiana Irib
E il sito: Urmedium

Tag

Commenti