Ott 31, 2020 07:57 Europe/Rome
  • Nasrallah, attentato di Nizza non ha nulla a che fare con l'Islam

BEIRUT-Il segretario generale del movimento di resistenza libanese Hezbollah condannando l'attentato terroristico avvenuto a Nizza ha sottolineanto:" sia i musulmani che l'Islam, che ritiene haram (illecito) uccidere una persona, condannano l'attentato di Nizza".

Seyyed Hassan Nasrallah congratulandosi con tutti i musulmani del mondo per l'anniversario della nasciata del profeta Muhammad (SAW) e suo nipote Imam Ja'far al-Sadiq (AS) ha reso noto:"l'Occidente sta pagando il prezzo del sostegno ai gruppi terroristici."

Il leader libanese ha inoltre ribadito che nessuno ha il diritto di incolpare l'Islam per l'incidente di Nizza in Francia affermando che i musulmani condannano tutti gli atti criminali simili a quello che è accaduto a Nizza.

"I musulmani ritengono una loro priorità difendere la dignità del loro Profeta contro qualsiasi offesa", ha detto il segretario di Hezbollah aggiungendo:" I musulmani pur avendo divergenze su certi temi politici e ideologici, sono tutti uniti nella fede nel Profeta(SAW) e questa è una realtà che non sarà cambiata in alcun modo; i fedeli non tollerano alcun insulto al Messaggero di Dio(SAW)".

"Le autorità francesi, invece di affrontare la causa che sta alla base della crisi cioè gli insulti contro il Profeta Muhammad (SAW), hanno trascinato il loro paese in una guerra aperta con l'Islam", ha osservato il segretario generale di Hezbollah proseguendo:" Ci sono molte prove che indicano che le autorità francesi abbiano soppresso la libertà di espressione su questioni molto meno importanti degli insulti al Profeta dell'Islam".

"Il noto filosofo Rajiv Garaudy è stato condannato al carcere solo perchè aveva parlato dell'abuso della tema dell'Olocausto.", ha concluso il leader libanese.

 

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:
Instagram: @parstodayitaliano
Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte
Twitter: RadioItaliaIRIB
Youtube: Redazione italiana
VK: Redazione-Italiana Irib
E il sito: Urmedium

Tag

Commenti