Apr 18, 2021 04:44 Europe/Rome
  • Turchia vieta i pagamenti in criptovaluta. Bitcoin crolla

Bitcoin bandito in Turichia, il governo del Paese ha affermato che questo tipo di criptomoneta sia troppo rischiosa.

Ankara- Il bitcoin è crollato di oltre il 4% venerdì dopo che la banca centrale turca ha vietato l’uso di criptovalute e asset crittografici per gli acquisti, citando possibili danni “irreparabili” e rischi di transazione.

La banca centrale di Turchia ha affermato che le criptovalute e altre risorse digitali basate sulla tecnologia di registro distribuito non possono essere utilizzate, direttamente o indirettamente, per pagare beni e servizi.

La decisione potrebbe bloccare il mercato crittografico turco, che ha guadagnato slancio negli ultimi mesi quando gli investitori si sono uniti al rally globale di Bitcoin, cercando di proteggersi dal deprezzamento della lira e dall’inflazione che ha superato il 16% il mese scorso.

La banca centrale ha affermato che gli asset crittografici “non sono soggetti ad alcun meccanismo di regolamentazione e supervisione né a un’autorità di regolamentazione centrale”, tra gli altri rischi per la sicurezza.

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium

Tag