Ott 20, 2021 16:52 Europe/Rome
  • Talebani al summit Mosca: 'Vogliamo relazioni con il mondo'

Mosca - La delegazione dei talebani, giunta nella capitale russa per partecipare al terzo round di consultazioni ...

del cosiddetto “formato Mosca”, è guidata dal vice primo ministro del governo provvisorio dell’Afghanistan Mullah Abdul Salam Hanafi e comprende un certo numero di funzionari, tra cui il ministro degli esteri Ahmadullah Muttaqi. Proprio quest’ultimo, in un' intervista alla Tv nazionale afghana (RTA) ha dichiarato che obiettivo dei colloqui e «ribadire la posizione dell'Afghanistan» e ottenere il riconoscimento da parte degli altri Paesi.

"Vogliamo relazioni con i Paesi vicini, la regione e il mondo, che si basino sul principio del rispetto della sovranità nazionale e del rispetto reciproco. Su questa base, chiediamo ancora una volta agli Stati Uniti di scongelare le riserve della Banca centrale dell'Afghanistan". È quanto afferma Abdul Salam Hanafi, vice primo ministro del governo talebano in Afghanistan, secondo un discorso legato ai colloqui a Mosca, diffuso dal portavoce Zabihullah Mujahid.

Obiettivo, quest'ultimo, difficilmente raggiungibile, considerando che il ministro degli Esteri russo Lavrov ha escluso che Mosca possa riconoscere l'Emirato, fino a quando i talebani non manterranno le promesse fatte in termini di formazione di un governo rappresentativo di tutte le componenti del Paese e garanzie rispetto ad accesso a studio e lavoro per le donne. Il vice primo ministro Hanafi ha sottolineato l’urgenza di accedere delle riserve finanziare del Paese all’estero, ancora bloccate nelle banche statunitensi: «Vogliamo relazioni con i Paesi vicini, la regione e il mondo, che si basino sul principio del rispetto della sovranità nazionale e del rispetto reciproco. Su questa base, chiediamo ancora una volta agli Stati Uniti di scongelare le riserve della Banca centrale dell'Afghanistan».

Sicurezza e aiuti umanitari Muttaqi ha affaermato che i Taleban «si sono impegnati a impedire che la situazione in Afghanistan minacci la sicurezza dei Paesi terzi. Per la prima volta negli ultimi 45 anni – ha aggiunto il ministro – l'Afghanistan è protetto dalle minacce. Ci impegniamo a garantire che il territorio dell'Afghanistan non venga utilizzato per minacciare la sicurezza di altri Paesi».

 

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:
Instagram: @parstodayitaliano
Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte
Twitter: RadioItaliaIRIB
Youtube: Redazione italiana
VK: Redazione-Italiana Irib
E il sito: Urmedium

 

 

Tag