Ott 25, 2021 11:54 Europe/Rome
  • Il principe saudita bin Salman avrebbe voluto assassinare il re Abdulaziz

RIAD-Il funzionario saudita in esilio Saad Al-Jabri ha affermato in una nuova intervista che il principe ereditario Mohammed bin Salman ha parlato di aver usato una banda avvelenata dalla Russia per assassinare il defunto re Abdullah bin Abdulaziz Al Saud durante un incontro del 2014.

Al-Jabri – che ha servito come alto funzionario dell’intelligence saudita e consigliere di Mohammed bin Nayef, nipote del re Salman bin Abdulaziz Al Saud – è fuggito in Canada per vivere in esilio dopo che bin Salman bin Nayef, erede al trono, è stato rovesciato in un Colpo di palazzo 2017.

L’ex alto funzionario della sicurezza saudita ha detto in un’intervista giovedì che bin Salman, noto anche come Mohammed bin Salman, e bin Nayef hanno tenuto un incontro nel 2014, durante il quale il giovane principe si è vantato di poter uccidere il re Abdullah per aprire la strada al suo regola del padre. CBS” 60 minuti, andato in onda domenica.

“E gli ha detto, voglio assassinare il re Abdullah. Ho ricevuto un anello avvelenato dalla Russia. Basta stringergli la mano e sarà finita”, ha detto Al-Jabri. “Questo è quello che ha detto. Che si trattasse solo di vantarsi o, ma l’ha detto e l’abbiamo preso molto sul serio.”

All’epoca, bin Nayef era a capo dell’intelligence saudita e bin Salman era una guardia della corte reale di suo padre, senza avere un ruolo ufficiale nel governo. Al-Jabri ha detto di aver visto una registrazione dell’incontro e che le copie del video sono ancora disponibili oggi.(futuramemoria.it)

 

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:
Instagram: @parstodayitaliano
Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte
Twitter: RadioItaliaIRIB
Youtube: Redazione italiana
VK: Redazione-Italiana Irib
E il sito: Urmedium

Tag