Dic 02, 2021 05:02 Europe/Rome
  • Siria e Hezbollah, martiri della battaglia al terrorismo takfiri

BEIRUT (Pars Today Italian) - Indipendentemente da tutte le considerazioni geopolitiche della ...

battaglia militare in Siria tra Hezbollah e i gruppi terroristi come Daesh (in arabo Isis), proviamo a sottolineare gli aspetti religiosi legati ai Martiri.

La Resistenza libanese ha combattuto coraggiosamente durante tutte le sue battaglie e considera il martirio il normale costo della vittoria, della libertà e della liberazione. Negli anni ’80, durante la battaglia contro il nemico sionista, Hezbollah ha sacrificato centinaia di martiri che si sono scontrati con l'esercito sionista in Libano. Nel 2006, Hezbollah ha affrontato in modo eccezionale l’ennesima aggressione sionista contro il Libano, sacrificando un gran numero di martiri.

Nel 2011, i gruppi terroristi  hanno invaso le varie province siriane, mettendo in pericolo l’esistenza sia del Libano che della Siria. Hezbollah non poteva che affrontare questo pericolo consapevole di pagare costi altissimi. Centinaia di martiri decisero di sacrificare le loro vite per proteggere la loro nazione dal pericolo terroristi Daesh.

Questi gruppi terroristici conservano i valori e gli insegnamenti del “nonno”, Yazid bin Muawiyah, che ordinò l’omicidio dell’Imam Husayn (as) e dei suoi compagni a  Kargala. 

Seguendo il percorso dell’Imam Husayn (as), i martiri di Hezbollah hanno combattuto fino al martirio affrontando la guerra contro i terroristi  fino a ottenere la vittoria.

Fonte: ilfarosulmondo

 

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium

 

 

Tag