Gen 11, 2022 20:41 Europe/Rome
  • Libano, divieto di espatrio per il governatore della Banca centrale

Beirut - Un giudice libanese ha emesso un divieto di espatrio per il governatore della Banca centrale ...

Riad Salameh, come riferito da National News Agency. Una misura decisa in seguito a un processo per corruzione che lo accusa di appropriazione indebita e negligenza durante il crollo finanziario del paese. Si tratta della prima azione giudiziaria intrapresa dalle autorità libanesi. Non è ancora chiaro se il divieto sarà messo in atto da subito per il governatore 71enne in carica da quasi tre decenni con il sostegno della maggior parte dei politici, compreso il primo ministro del paese. 

Il divieto è stato emesso da Ghada Aoun, un giudice istruttore del distretto del Monte Libano, sulla base di un’indagine su un caso presentato dagli avvocati di un gruppo anti-corruzione noto come “Il popolo vuole riformare il regime“. La decisione è arrivata, fra l’altro, mentre il valore della sterlina libanese è precipitato ai nuovi minimi storici, scendendo a 33.500 per un dollaro americano. La sterlina ha perso più del 90% del suo valore dall’inizio del crollo, compreso quasi il 10% del suo valore dall’inizio dell’anno.

E dire che una volta Salameh è stato addirittura definito come il “guardiano” della stabilità monetaria del Libano e lodato per aver guidato le finanze del paese attraverso la ripresa post-bellica e i periodi di disordini. Ma è poi stato messo sotto stretta osservazione da quando il crollo economico del piccolo paese è iniziato, alla fine del 2019, con molti esperti che ora mettono in discussione tutte le sue politiche monetarie. Haitham Ezzo, uno degli avvocati che ha presentato la causa contro Salameh, ha dichiarato che il governatore ha violato il suo dovere ufficiale di proteggere la valuta nazionale e il settore bancario. Salameh è dunque anche responsabile a livello penale, e la causa fornirebbe nuove prove che ha abusato della sua posizione per un guadagno personale.

 

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:
Instagram: @parstodayitaliano
Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte
Twitter: RadioItaliaIRIB
Youtube: Redazione italiana
VK: Redazione-Italiana Irib
E il sito: Urmedium

Tag