Giu 29, 2022 06:45 Europe/Rome
  • Le alture del Golan appartengono alla Siria

MOSCA - Secondo l’agenzia di stampa Fars News, Dmitry Polyansky, primo vice rappresentante permanente della Russia presso le Nazioni Unite, ha ribadito la posizione di Mosca sul non riconoscere la presunta sovranità del regime sionista sulle alture del Golan occupate in Siria.

Secondo fonti dei media, Dmitry Polyansky ha ribadito la posizione della Russia sul rifiuto di qualsiasi tentativo del regime sionista di occupare il Golan siriano occupato e ha sottolineato che il Golan appartiene al territorio siriano.

Secondo SANA (agenzia di stampa statale siriana), il primo vice rappresentante permanente della Russia presso le Nazioni Unite nella riunione del Consiglio di sicurezza dell’ONU di lunedì (ieri), il governo israeliano intende raddoppiare il numero dei coloni nel Golan occupato e in Occidente Banca entro il 2026.

“La Federazione Russa non riconosce la sovranità israeliana sulle alture del Golan”, ha detto l’alto funzionario di Mosca in una riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

Secondo Sanaa, Poliansky ha osservato che “la ripetuta aggressione israeliana sul suolo siriano e l’aggressione contro i territori palestinesi è stata effettuata con l’approvazione degli Stati Uniti”.

Il primo vice rappresentante permanente della Russia presso le Nazioni Unite ha definito il silenzio della comunità internazionale sulla violazione sistematica dei diritti dei palestinesi un chiaro esempio dei doppi standard dei paesi occidentali in materia di diritti umani.

Le osservazioni dell’alto funzionario di Mosca sono arrivate quando ha definito inaccettabili gli attacchi aerei israeliani sull’aeroporto di Damasco prima degli attacchi aerei del 10 giugno e ha avvertito che le tensioni avrebbero intensificato le tensioni in tutta la regione.

Il rappresentante della Russia alle Nazioni Unite, Vasily Nebenzia, è stato un altro funzionario che si è espresso contro le azioni di Tel Aviv nel Golan occupato. Nebenzia ha recentemente affermato che i piani di insediamento israeliano nel Golan siriano occupato stanno minando la stabilità nella regione.

Alti funzionari siriani hanno ripetutamente definito le alture del Golan parte integrante del territorio siriano e hanno condannato gli sforzi sionisti per aumentare gli insediamenti nelle alture del Golan occupate.

Il ministero degli Esteri siriano ha dichiarato in una dichiarazione respingendo gli insediamenti israeliani che lavorerà per riportare le alture del Golan nel suo abbraccio, aggiungendo che perseguirà la questione attraverso il diritto internazionale e che non sarebbe revocato nel tempo. , Ma è il legale dovere del governo siriano.

 

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:
Instagram: @parstodayitaliano
Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte
Twitter: RadioItaliaIRIB
Youtube: Redazione italiana
VK: Redazione-Italiana Irib
E il sito: Urmedium

Tag