Giu 29, 2022 12:41 Europe/Rome
  • Yemen, ONU: oltre 19 milioni a rischio fame a causa taglio aiuti alimentari

NEW YORK - Mentre il Programma alimentare mondiale (PAM) annuncia ulteriori drastici tagli agli aiuti alimentari in Yemen per la mancanza dei fondi,

un nuovo rapporto delle Nazioni Unite afferma che oltre 19 milioni di yemeniti stanno affrontando la fame, stabilendo un nuovo record dall'inizio della devastante guerra guidata dai sauditi contro lo Yemen in 2015. 

Il PAN ha dichiarato di essere stato costretto al razionamento a causa della mancata ricezione di fondi sufficienti, delle condizioni economiche globali e dei continui effetti a catena dell’invasione russa dell’Ucraina.

L'organizzazione umanitaria fornisce aiuti alimentari a 13 milioni di persone nello Yemen, ma i nuovi tagli significano che sarà in grado di fornire solo a cinque milioni di loro il 50% del loro fabbisogno alimentare giornaliero, mentre i restanti otto milioni riceveranno solo il 25%.

Presi tra una guerra prolungata e un collasso economico, almeno 17,4 milioni di persone – più della metà della popolazione dello Yemen – hanno bisogno di assistenza alimentare.

Il PAM, che è il ramo di assistenza alimentare delle Nazioni Unite (ONU), ha aggiunto che “le attività di resilienza e di sussistenza, nonché i programmi di alimentazione e nutrizione nelle scuole” sarebbero stati tagliati per quattro milioni di persone, lasciandola disponibile per solo 1,8 milioni di persone.

Quasi otto anni di combattimenti tra le forze governative sostenute dai sauditi ei ribelli Houthi in Yemen hanno creato quella che l’ONU ha definito la peggiore crisi umanitaria del mondo.

I tagli precedenti agli aiuti alimentari del WFP sono stati annunciati alla fine del 2021 a causa della mancanza di fondi, poiché le Nazioni Unite sono state in grado di raccogliere solo un quarto dei 2 miliardi di dollari di cui avevano bisogno per lo Yemen quest’anno da donatori internazionali.

Si prevede che circa 19 milioni di persone nello Yemen avranno bisogno di assistenza alimentare nel 2022, un aumento rispetto agli attuali 17,4 milioni. Di questi, 7,3 milioni di persone dovranno affrontare livelli di fame di emergenza.

Secondo il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (UNICEF), circa 2,3 milioni di bambini di età inferiore ai cinque anni soffrono attualmente di malnutrizione acuta in Yemen, con 400.000 che dovrebbero soffrire di malnutrizione grave pericolosa per la vita nei prossimi mesi.

L’interruzione delle forniture globali di grano a causa dell’invasione russa dell’Ucraina e il divieto di esportazione di grano da parte dell’India rischiano di aggravare la crisi della fame nello Yemen e di far salire i prezzi dei generi alimentari, che erano già raddoppiati in soli due anni in alcune parti del Paese.

I ribelli Houthi hanno preso il controllo della capitale Sanaa nel 2014 provocando la fuga del governo e spingendo una coalizione guidata dall’Arabia Saudita a intervenire militarmente nel 2015 a sostegno del governo.

L’economia dello Yemen è crollata a causa del blocco dei suoi porti principali da parte della coalizione a guida saudita, che sta limitando l’accesso a cibo e carburante, così come l’ingresso di merci non essenziali nel paese.

Le parti in conflitto, inclusi gli Houthi e il governo yemenita, hanno anche limitato il trasferimento di carburante e merci in tutto il paese.

Il ministro della pianificazione nel governo sostenuto dai sauditi venerdì ha avvertito che le scorte di grano dello Yemen potrebbero esaurirsi entro metà luglio e ha esortato gli stati dell’Unione europea ad aiutare a garantire nuovi mercati per sostituire il grano ucraino e russo.

Il Programma Alimentare Mondiale (PAM, noto anche con l'acronimo WFP in inglese World Food Programme) è stato fondato nel 1961 come agenzia specializzata dell'ONU per l'aiuto alimentare ed è la più grande organizzazione umanitaria al mondo. Il suo obiettivo è, innanzitutto, assistere persone in situazioni di grave crisi alimentare fornendo loro sufficiente cibo.

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:
Instagram: @parstodayitaliano
Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte
Twitter: RadioItaliaIRIB
Youtube: Redazione italiana
VK: Redazione-Italiana Irib
E il sito: Urmedium

Tag