Giu 30, 2022 11:24 Europe/Rome
  • Yemen, venti milioni di persone ridotti alla fame

SANA'A (Pars Today Italian) - La brutale aggressione militare saudita contro lo Yemen continua a mietere vittime innocenti.

 Un nuovo rapporto delle Nazioni Unite afferma che quasi  venti milioni di yemeniti stanno soffrendo la fame, stabilendo un nuovo record dall’inizio della devastante guerra guidata dai sauditi contro lo Yemen.

“Più di 19 milioni di persone stanno soffrendo la fame, di cui oltre 160mila sull’orlo della carestia”, ha affermato l’Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari (Ocha). “I tagli ai finanziamenti stanno ostacolando la nostra capacità di aiutare le persone bisognose”.

L’ufficio ha affermato che il Programma alimentare mondiale (Wfp) ha ridotto a dicembre le razioni di cibo per otto milioni di persone a causa della mancanza di fondi e ha dovuto introdurre un altro ciclo di tagli il mese scorso. Circa cinque milioni di persone ricevono meno della metà del loro fabbisogno giornaliero e otto milioni riceveranno meno di un terzo del loro fabbisogno quotidiano, ha riferito Xinhua.

Più di otto milioni di donne e bambini hanno bisogno di aiuto nutrizionale, inclusi più di 500mila bambini gravemente malnutriti, ha affermato Ocha. Altri tagli ai finanziamenti incombono a partire da venerdì.

L’ufficio umanitario ha affermato che il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (Unicef) ha riferito che potrebbe dover interrompere le cure il mese prossimo per oltre 50mila bambini gravemente malnutriti. Inoltre, a luglio l’agenzia sospenderà i suoi lavori su acqua potabile e servizi igienico-sanitari per un massimo di 3,6 milioni di persone e dimezzerà le sue attività di educazione al rischio minerario.

L’Ocha ha affermato che la riduzione dell’istruzione sulle mine espone due milioni di bambini e le loro famiglie a un rischio maggiore di lesioni e morte legate alle mine. L’Unicef ha anche affermato che a luglio sospenderà il sostegno alla salute materna e infantile, che aiuta circa 2,5 milioni di bambini e 100mila donne.

Ci sono più di quattro milioni di sfollati interni nello Yemen a rischio insicurezza alimentare, ha affermato l’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati. A luglio, l’assistenza in denaro, l’alloggio e i beni di prima necessità subiranno tagli per 150mila sfollati e quasi 100mila rifugiati.

L’Onu ha descritto la situazione in Yemen come la “peggiore crisi umanitaria del mondo”, causata da sette anni di guerra e da uno stretto assedio lanciato da Riyad e dai suoi alleati regionali contro il più povero Paese dell'Asia occidentale .

Da allora, la coalizione guidata dai sauditi ha ripetutamente impedito la consegna degli  aiuti umanitari e del carburante necessari ai porti yemeniti. Negli ultimi mesi, la coalizione ha continuato a fermare le petroliere yemenite nonostante un cessate il fuoco mediato dalle Nazioni Unite inteso a porre fine alla guerra e al blocco saudita.

Basterebbe qualche missile in meno da inviare in Ucraina per sfamare migliaia di bambini, ma non in questo mondo.

Fonte:ilfarosulmondo

 

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium

 

 

Tag