Ago 28, 2022 10:28 Europe/Rome

AL QUDS - Un incontro con la madre e le sue figlie per il prigioniero palestinese Khalil Awawda, da sei mesi in sciopero della fame, ...

per protestare contro la detenzione amministrativa. In un video condiviso sull’account Twitter di Pic, la madre di Awawda è apparsa mentre bacia suo figlio affermando: “Resta forte, amore mio. Sei un eroe. Libertà… Vogliamo la libertà”. 

Sono passati quasi 200 giorni da quando il prigioniero palestinese Khalil Awawda ha iniziato il suo sciopero della fame per protestare contro la sua detenzione amministrativa a tempo indeterminato senza accusa né processo. Ogni giorno che passa, a causa del deterioramento della sua salute, il 41enne è a rischio imminente di morte.

Nuove foto pubblicate di recente hanno mostrato il corpo scheletrico di Awawda mentre la sua salute raggiunge una fase critica. Ha difficoltà a parlare e non può muoversi senza una sedia a rotelle.

Il 21 giugno 2022, Awawda ha deciso di sospendere i suoi 111 giorni di sciopero della fame, prima di riprenderlo dopo che Israele ha rinunciato alla sua promessa di porre fine alla sua detenzione amministrativa. Un tribunale israeliano ha recentemente congelato la sua detenzione amministrativa, rifiutando il suo rilascio. A sua volta, Awawda ha deciso di continuare il suo sciopero della fame.

Padre di quattro figli, Khalil è stato imprigionato il 27 dicembre 2021 e messo in detenzione amministrativa, una norma che permette alle autorità israeliane di tenere in carcere chiunque per un periodo di sei mesi senza accuse o processo e che può essere esteso indefinitamente.

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:
Instagram: @parstodayitaliano
Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte
Twitter: RadioItaliaIRIB
Youtube: Redazione italiana
VK: Redazione-Italiana Irib
E il sito: Urmedium

Tag