Set 29, 2022 19:18 Europe/Rome
  • Libano, lo stallo alla nomina del nuovo presidente

BEIRUT (Pars Today Italian) –– La prima sessione del parlamento libanese per la nomina del nuovo presidente si è conclusa senza risultati. Il mandato di 6 anni del presidente Michel Aoun in Libano scadrà il 31 ottobre.

Il parlamento libanese deve nominare un nuovo presidente un mese prima della fine del mandato presidenziale. Il parlamento libanese conta 128 membri e due terzi dei membri devono votare per il presidente. Il nuovo presidente del Libano deve essere nominato tra i cristiani di questo Paese. Tenere la prima riunione del parlamento libanese ha avuto due messaggi importanti. Il primo messaggio è il numero di rappresentanti che hanno partecipato alla prima riunione. 122 su 128 membri del parlamento hanno partecipato a questa votazione. La presenza di questo numero di rappresentanti alla sessione del parlamento mostra che i gruppi politici libanesi considerano importante la carica di presidente. Un altro messaggio è che c'è una grande differenza tra i gruppi libanesi per l'introduzione di un nuovo presidente. Su 122 rappresentanti che hanno partecipato alla sessione del parlamento, 63 rappresentanti hanno votato in bianco e si sono rifiutati di votare per i candidati alla presidenza. In questa votazione, Michel Mouawad ha ottenuto 36 voti e Salim Edeh 11 voti e 12 voti sono stati dichiarati non validi. Sembra che il motivo più importante del voto bianco di 63 rappresentanti nella sessione del parlamento sia legato all'introduzione di persone che hanno affiliazioni al di fuori del Libano. A questo proposito, Seyed Hashem Safiuddin, capo del consiglio esecutivo di Hezbollah in Libano, ha affermato che alcune persone commettono un errore cercando di garantire gli interessi dell'America in qualsiasi futura elezione o piano per salvare il Libano.Hezbollah non permetterà e non accetterà l'imposizione del presidente al popolo libanese di seguire e dipendere dall'America. Secondo la prima sessione che si è tenuta al parlamento libanese, sembra che si stia formando una nuova situazione di stallo nella scena politica libanese. Le elezioni parlamentari libanesi si sono svolte lo scorso maggio e Najib Mikati è stato nominato per formare un nuovo gabinetto, ma dopo 4 mesi non è ancora riuscito a formare un nuovo gabinetto. La differenza tra il presidente Michel Aoun e il primo ministro Najib Mikati è la ragione principale per non formare un nuovo gabinetto. Ora, oltre allo stallo nella formazione del gabinetto, il Libano deve anche assistere a un possibile stallo nell'introduzione del nuovo presidente. Nella sessione odierna non è stato stabilito in quale data sarà la prossima sessione del parlamento. Nel 2013, anche il Libano ha dovuto affrontare un'impasse nella formazione del gabinetto e Aoun è diventato presidente dopo un vuoto presidenziale durato 29 mesi. Il punto finale è; Il Libano bloccato nello stallo dell'introduzione di un nuovo presidente può complicare la scena politica del paese e aumentare i problemi economici del paese. Su questa base, Nabih Berri, presidente del parlamento libanese, ha sottolineato la necessità di eleggere un nuovo presidente in sostituzione dell'attuale presidente di questo paese, Michel Aoun, e ha affermato che eleggere il presidente in tempo è più che una necessità.

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium

Tag