Set 30, 2022 21:02 Europe/Rome
  • Siria: le azioni di Israele nella regione sono un crimine di guerra

GINEVRA (Pars Today Italian) –– Il rappresentante permanente della Siria presso l'ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra ha affermato...:

Le azioni del regime sionista in Palestina e in Siria sono un crimine di guerra e una violazione del diritto internazionale. Secondo IRNA, venerdì, alla riunione del Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite sui diritti umani in Palestina e in altre terre arabe occupate, Hessam al-Din Ala ha aggiunto: la continua aggressione di Israele al territorio siriano e il deliberato attacco alle infrastrutture civili, compresi i porti e aeroporti, sono violazioni e una chiara violazione delle leggi internazionali e un crimine di guerra che mette in pericolo la vita dei civili. Ha aggiunto: Le azioni di questo regime in Palestina e Siria sono diventate uno dei suoi approcci costanti e sconsiderati nella violazione delle leggi internazionali, che sta portando la regione a tensioni e conflitti senza precedenti. Ala ha detto: Israele, in quanto regime creato a seguito dell'occupazione, continua a uccidere e commettere crimini contro il popolo palestinese all'ombra del silenzio e dei doppi standard dei suoi paesi occidentali che sostengono. Ha chiarito: Il martirio di Rian Suleiman, un bambino di sette anni, in seguito all'inseguimento dei soldati sionisti nei pressi della scuola e che gli hanno impedito di essere portato in ospedale, ricorda gli altri crimini degli occupanti per i quali dovrebbero essere processati . Il rappresentante permanente della Siria presso l'ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra ha aggiunto: Le occupazioni israeliane stanno commettendo violazioni organizzate dei diritti umani nel Golan siriano occupato e privando i cittadini siriani del diritto all'istruzione, alla salute, al lavoro, al cibo, a un riparo e a una vita dignitosa è un esempio di queste azioni. Ala ha aggiunto: Gli insediamenti illegali di Israele in Palestina e nel Golan siriano sono la principale causa di violazioni dei diritti umani in queste aree. Ha detto: La Siria sottolinea il suo diritto a rivendicare il Golan occupato come un diritto riconosciuto dalle leggi internazionali e dalle risoluzioni delle Nazioni Unite e dalla volontà del popolo siriano. Ala ha aggiunto: Condanniamo le azioni intraprese dal regime sionista per stabilizzare l'occupazione del Golan siriano e chiediamo a tutti i paesi del mondo di non riconoscere queste azioni unilaterali. Ha affermato: La Siria sottolinea ancora una volta il diritto della nazione palestinese di stabilire uno stato indipendente con Gerusalemme come capitale e il diritto dei rifugiati di tornare in linea con l'attuazione delle risoluzioni delle Nazioni Unite e sostiene la liberazione dei territori occupati del Libano.

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium

 

Tag