Sep 17, 2019 07:11 Europe/Rome
  • Edward Snowden: non fidatevi di WhatsApp

L’uso delle messaggerie crittate sarebbe un’abitudine consolidata in ambito governativo e nelle amministrazioni statali.

L’ex dipendente della National Security Agency ed informatore ricercato negli Stati Uniti, Edward Snowden, ha messo in guardia dall'uso della messaggerie crittografate. In particolare, secondo questi, WhatsApp, acquistata nel 2014 da Facebook, non garantirebbe più gli standard minimi di pretezione delle conversazioni e ne sconsiglia vivamente l’uso ai membri di Governo e chiunque sia in possesso di dati riservati e di importanza collettiva.

"Se qualcuno nel Governo affronta questioni delicate ed usa WhatsApp, commette un errore", queste le sue parole.

L’uso delle messaggerie crittate sarebbe un’abitudine consolidata in ambito governativo e nelle amministrazioni statali. Invece di WhatsApp e Telegram, lo specialista informatico raccomanda piuttosto l'uso di Signal e Wire che, secondo lui, userebbero una migliore codifica e, sopratutto, non appartengono a Facebook.

Negli Stati Uniti, Snowden è accusato di trasmissione illegale di informazioni rilevanti per la sicurezza nazionale, divulgazione intenzionale di informazioni di intelligence e furto di proprietà intellettuali statali. Rischia un totale fino a 30 anni di reclusione. Attualmente è rifugiato in Russa dove ha ricevuto asilo.

 

Tag

Commenti