Sep 19, 2019 14:40 Europe/Rome
  • Brucia anche sud-est asiatico: chiuse migliaia di scuole

- Dopo gli incendi in Amazzonia, nelle regioni artiche e in Africa centrale, le fiamme stanno divampando anche nelle foreste del sud-est asiatico.

Da luglio, un inferno di fuoco sta investendo vaste aree verdi dell'Indonesia. Le zone più colpite si trovano nel Borneo e nell'isola di Sumatra dove sei province hanno dichiarato lo stato d'emergenza. Qui gli incendi hanno raggiunto la provincia di Riau e arso il Parco Nazionale Tesso Nilo che ospita circa 140 elefanti selvatici in via di estinzione, oltre a costituire uno degli ultimi rifugi per gli ormai rarissimi oranghi di Sumatra. I roghi sono stati inizialmente appiccati dall’uomo con l’obiettivo di fare spazio a nuove piantagioni di palme da olio. Poi, però, la situazione è sfuggita di mano e le fiamme si sono propagate sempre di più.

In Malesia e in Indonesia sono state chiuse migliaia di scuole – frequentate da almeno 1,7 milioni di studenti – a causa della pessima qualità dell’aria, causata dai fumi tossici dovuti agli incendi di alcune foreste a Sumatra e nel Borneo. In Malesia sono state chiuse circa 2.500 scuole, comprese 300 della capitale Kuala Lumpur. In Indonesia sono state chiuse più di 2mila scuole. La maggior parte degli incendi nella foresta sono dolosi, appiccati per ricavare terre per l’allevamento e l’agricoltura, soprattutto per le piantagioni di palme da olio.

Commenti