Ott 22, 2019 07:36 Europe/Rome
  • Proteste in Ecuador: l'Onu indagare sulle accuse di violazioni

- Tre inviati dell'Alto Commissariato dell'Onu per i diritti umani sono in Ecuador dove si tratterranno fino all'otto novembre per indagare sulle accuse di violazioni commesse nell'ambito delle recenti proteste.

La Confederazione delle nazionalità indigene dell'Ecuador (Conaie) aveva denunciato l'uso della violenza da parte della forza pubblica durante le proteste contro le misure di austerità annunciate dal presidente Lenin Moreno. Tanto che alcuni giorni dopo la fine delle proteste il capo del Comando congiunto delle Forze armate, generale Roque Moreira, e il comandante dell'esercito, generale Javier Perez, erano stati rimossi dai loro incarichi.

I 12 giorni di proteste contro le misure di austerità governative si sono conclusi a metà ottobre con un bilancio di otto morti, 1340 feriti e 1192 persone arrestate.

Ora il team dell'Onu lavorerà per incontrare funzionari governativi, leader indigeni, rappresentanti della società civile, giornalisti e altre parti interessate e raccogliere informazioni di prima mano sui casi di violenza che hanno colpito il paese dal tre ottobre.

 

Tag