Feb 15, 2020 06:06 Europe/Rome
  • La risposta di Huawei alle accuse Usa: infondate e ingiuste

PECHINO-Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha infatti depositato nuovi capi d’imputazione contro Huawei, per i reati di “criminalità organizzata” e “furto di segreti commerciali”.

Insieme all’azienda, sarebbero state accusate anche compagnie sussidiarie statunitensi, tutti colpevoli nello specifico di aver violato il Racketeer Influenced and Corrupt Organizations Act (RICO).

La risposta di Huawei alle nuove accuse del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti non si è fatta attendere.

“Questo nuovo atto d’accusa è parte del tentativo del Dipartimento di Giustizia di danneggiare irrevocabilmente la reputazione di Huawei e la sua attività per motivi legati alla concorrenza, piuttosto che all’applicazione della legge stessa. Queste nuove accuse sono prive di fondamento e si basano in gran parte su vecchie dispute civilistiche ripescate dagli ultimi 20 anni che sono state precedentemente risolte, contestate e in alcuni casi, respinte da giudici e giurie federali. Il governo non riuscirà a fare prevalere le proprie accuse, che Huawei dimostrerà essere sia infondate che ingiuste”.

 

Tag

Commenti