Apr 05, 2020 15:07 Europe/Rome
  • Germania, Trump blocca mascherine. L’ira di Berlino:

- Si alza la tensione tra Stati Uniti e Germania nell’ambito dell’emergenza coronavirus, con il presidente Usa Donald Trump che ha ordinato il blocco di un carico di 200mila mascherine destinate alla Germania.

Il carico si trovava nell’aeroporto di Bangkok, in Thailandia, pronto per partire alla volta dell’Europa fino a quando Trump non ha deciso di requisirlo in quanto prodotto da un’azienda americana: la 3M. L’azione ha inevitabilmente scatenato l’ira di Berlino, che per bocca del suo ministro degli Interni ha parlato di atto di moderna pirateria.

Secondo alcuni osservatori politici il presidente Trump non sopporterebbe l’idea che un’azienda statunitense venda materiale di prima necessità ad altri paesi che non siano gli Usa. Già nella giornata del 3 aprile il presidente aveva affermato che eventuali aiuti verso Spagna e Italia sarebbero giunti soltanto in caso di eccesso di produzione di materiale sanitario da parte degli Usa. 

Un comportamento quello di Trump concretizzatosi nella misura di sequestro delle mascherine immediatamente condannata dalle autorità tedesche, le quali hanno manifestato il loro disappunto tramite il ministro degli Interni Andreas Geisel: "Un atto di moderna pirateria internazionale e di metodi da selvaggio West. Un’azione inumana e inaccettabile".

Non è però la prima volta che Trump e la Germania finiscono ai ferri corti sulla questione coronavirus. Già all’inizio del mese di marzo il presidente Usa aveva cercato di assicurarsi l’esclusiva su un vaccino contro il Covid-19 promettendo un’ingente somma di denaro all’azienda farmaceutica tedesca Cure Vac, ottenendo però di tutta risposta il blocco da parte del governo tedesco di ogni tipo di trattativa tra la Cure Vac e la Casa Bianca. Il fondatore dell’azienda ha infatti affermato in seguito che una volta scoperto il vaccino, questo verrà condiviso con tutto il mondo e non sarà soltanto esclusiva di qualcuno.

Commenti