May 31, 2020 12:55 Europe/Rome
  • Pandemia, Svezia isolata da altri Paesi scandinavi

- Danimarca e Norvegia hanno annunciato che dal 15 giugno apriranno ai rispettivi cittadini le loro frontiere. Ma escluderanno la Svezia.

Danimarca e Norvegia hanno annunciato che dal 15 giugno apriranno ai rispettivi cittadini le loro frontiere. Ma escluderanno la Svezia. Era stato uno dei pochi Paesi a non decretare il lockdown, a non imporre le restrizioni anti-virus applicate quasi ovunque in Europa. Ora rischia di finire isolata. Lo stesso "no" ai turisti svedesi era già arrivato da Grecia, Estonia, Lettonia.

Del resto, i numeri di Stoccolma parlano chiaro. Qui infatti, su 10 milioni di abitanti ci sono 37.113 casi con 4.395 decessi, secondo i dati dello "European Centre for Disease Prevention and Control". Soltanto da venerdì, ci sono state altre 86 vittime. La Danimarca con 5.7 milioni di abitanti ha 11.500 contagiati e 570 morti. La Norvegia invece su 5.4 milioni di cittadini, 8.425 contagi e 236 morti.

Anders Tegnell, l'epidemiologo sostenitore della libertà di circolazione in assenza di sintomi evidenti, ha ammesso: "Pensavamo che il nostro sistema sanitario avrebbe dato risultati migliori di quello, per esempio, dell'Italia".

Sul Corriere della Sera, la replica dell'ambasciatore italiano a Stoccolma, Mario Cospito: "Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, il Sistema sanitario italiano si colloca al secondo posto al mondo come efficienza e funzionalità, dopo la Francia: la Svezia, in tale classifica, si colloca al 23° posto. L'aspettativa di vita alla nascita per l'Italia (83,4 anni) è la seconda al mondo dopo la Spagna; per la Svezia è 82,2 anni. Il numero di letti ospedalieri ogni mille abitanti in Italia è di 3,4, mentre in Svezia è di 2,2".

Commenti