Giu 06, 2020 17:55 Europe/Rome
  • Brasile: Bolsonaro lascia OMS, come Trump

 “Gli Stati Uniti hanno lasciato l’Oms e noi stiamo pensando di farlo, in futuro. O l’Oms lavora senza pregiudizi ideologici o lo lasceremo anche noi.Non abbiamo bisogno di estranei che esprimano giudizi sulla nostra salute“.

Lo ha detto il presidente brasiliano Bolsonaro. Parlando ai giornalisti ha minacciato di uscire dall'Organizzazione. Sia negli Usa sia in Brasile non si arresta la curva dei contagi.

Intanto continuano le polemiche contro il presidente brasiliano, che dagli inizi dell’epidemia ha minimizzato circa la gravità della situazione e non ha adottato né rispettato le dovute misure di sicurezza. La vita in Brasile prosegue senza alcun tipo di prevenzione. Morti e contagi sono in costante aumento.

Si segnalano 30mila nuovi casi di Covid-19 accertati nelle ultime 24 ore. Il numero dei malati supera i 614.941. Dopo gli Stati Uniti, il Brasile è il paese più colpito dall’epidemia da coronavirus. Con 34.021, dopo Usa e Regno Unito, ma prima dell’Italia, è la terza nazione per numero di decessi. San Paolo, con 5.365 positivi (281 morti), e Bahia, con 2.965, sono gli stati brasiliani dove l’allarme è più grave.

Anche negli Usa i contagi sono in continuo aumento, con oltre 20mila casi in un giorno. Il numero è leggermente inferiore rispetto al picco registrato ad aprile, ma i nuovi focolai segnalati nella costa ovest e nel sud del Paese stanno portando a un aumento della media giornaliera. Non aiutano le proteste per George Floyd, dove la distanza sociale non viene rispettata e il numero di contagi può aumentare.

Commenti