Lug 04, 2020 22:06 Europe/Rome
  • COVID-19, Kim Jong Un: Nordcorea ha avuto un luminoso successo

La Corea del Nord ha avuto un “luminoso successo” contro “il maligno contagio” del COVID-19.

A sostenerlo è stato lo stesso capo supremo nordcoreano, Kim Jong Un, che ha presieduto una sessione allargata del Politburo del Comitato centrale del Partito dei lavoratori coreani.Pyongyang non ha dichiarato, dall’inizio dell’epidemia, alcun contagio, ma quest’affermazione è accolta con scetticismo dagli osservatori internazionali.Alla riunione erano presenti, oltre ai membri del Politburo (il sancta sanctorum del potere nordcoreano), anche membri del Comitato centrale, ministri, presidenti di comitati provinciali del partito, comandanti delle forze armate e componenti del quartier generale centrale dell’emergenza anti-epidemica.Kim, dopo aver analizzato in dettaglio i sei mesi di lavoro contro l’epidemia, ha concluso che il paese è ruscito a evitare l’ingresso del virus e ha mantenuto stabilmente una situazione di assenza del coronavirus, mentre il resto del mondo andava in crisi. “Questo è un lumonoso successo ottenuto dalla lungimirante leadership del Comitato centrale del Partito e dall’alto senso di responsabilità mostrato da tutto il popolo che si è mosso come un corpo unico in base agli ordini del Comitato centrale del Partito”, ha detto il leader, secondo quanto riporta l’agenzia di stampa ufficiale KCNA.Il leader ha tuttavia notato che il successo dovrà essere consolidato per “garantire pienamente la sicurezza dello stato e il benessere del popolo”. E quindi ci sarà bisogno “di mantenere la massima allerta, senza alcun segno di autocompiacimento o di rilassamento del fronte anti-epidemico”, anche adattando le misure al rischio di una “ri-infezione o ri-espansione del maligno contagio che permane in paesi vicini e in aree circostanti il paese, dove non c’è una prospettiva di alleggerimento del rischio epidemico”.Il leader supremo ha anche criticato duramente alcune inattenzioni e un senso di rilassamento presente tra i funzionari nell’affrontare il lavoro anti-epidemico: un allentamento delle misure anti-epidemiche – ha avvertito – avrebbe come conseguenza un’inimmaginabile e irrisolvibile crisi.La Corea del Nord ha affrontato sei mesi fa con una certa prontezza l’insorgere dell’epidemia sigillando le frontiere e attivando immediatamente le misure più severe. Ciononostante nessuno è in grado di dire quanto e se il virus si sia diffuso nel paese, dove vige il massimo controllo sull’informazione da parte del regime.Gruppi di fuoriusciti hanno sostenuto che vi siano stati molti contagi e diversi morti, ma questa informazione non ha trovato altre prove. Secondo infomazioni arrivate nelle ultime settimane da Pyongyang, la vita scorre nella normalità.

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium

 

Tag

Commenti