Ago 04, 2020 07:24 Europe/Rome
  • INF, reazione di Mosca alle minacce missilistiche USA

- Il Ministero degli Esteri russo dice di non poter ignorare le minacce che rappresentano il dispiegamento dei nuovi armamenti degli Stati Uniti.

Secondo l'agenzia di stampa Tass, la Russia ha espresso la sua preoccupazione in una dichiarazione proprio un anno dopo il ritiro degli Stati Uniti dal Trattato Inf sulle armi nucleari. Il dispiegamento dei missili a corto e medio raggio degli USA mina seriamente la sicurezza della regione e del mondo. Si legge nella nota.

Due giorni fa il governo russo ha proposto agli Usa e ad altri Paesi Nato di valutare la possibilità di dichiarare lo stesso tipo di moratoria sul dispiegamento dei missili di raggio breve e intermedio, come quella annunciata da Vladimir Putin. Il viceministro degli Esteri Sergey Ryabkov, ha tradotto in proposta di moratoria quando detto dal presidente russo riguardo la possibilità di astenersi, sia da parte russa, sia da parte Usa, dal dispiegamento di missili in regioni di particolare rilievo per le due parti. Putin, ha ricordato il viceministro, ha detto che “se gli Stati Uniti non dispiegano equipaggiamenti in certe regioni, allora la Russia si asterrà da simili mosse”.

Gli Usa sostengono di avere deciso il ritiro dall’Inf a causa di violazioni da parte russa, mentre Mosca a sua volta accusa Washington: la Russia sostiene infatti che il dispiegamento di un sistema anti-missile Usa in Europa costituisca una violazione del Trattato da oggi cancellato.

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:
Instagram: @parstodayitaliano
Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte
Twitter: RadioItaliaIRIB
Youtube: Redazione italiana
VK: Redazione-Italiana Irib
E il sito: Urmedium

Commenti