Set 16, 2020 21:15 Europe/Rome
  • Von der Leyen a estrema destra: avete visione diversa dell'uomo

La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen ha criticato duramente le posizioni sull'immigrazione degli eurodeputati dell'estrema destra, durante il dibattito in aula dopo il suo discurso sullo "stato dell'Unione", nella plenaria dell'Europarlamento oggi a Bruxelles, rivendicando una concezione della dignità umana comune a tutte le persone, che viene invece negata dai discorsi di odio verso gli "altri" dei sovranisti e nazionalisti del gruppo Identità e Demcrazia (Id).

"Nell'ascoltare l'estrema destra - ha osservato von der Leyen - si vede che c'è una fondamentale differenza nel modo di guardare alle persona e all'individuo. Noi siamo convinti che ogni essere umano ha una dignità solenne che non può essere toccata, indipendentemente dalla sua provenienza. L'estrema destra ha un'altra visione: ci sono diversi tipi di esseri umani. Ci siamo noi e ci sono loro, gli altri. E gli altri devono essere affrontati con l'odio. Ma l'odio - ha sottolineato - non è mai stato un buon consigliere". La presidente della Commissione è intervenuta dopo che l'eurodeputato francese di Id Nicolas Bay aveva accusato l'Ue di "lassismo" nei confronti dei migranti, affermando che i richiedenti asilo vengono in Europa "per ragioni economiche" e non "per sfuggire alle guerre". Durante la replica di von der Leyen, l'europarlamentare tedesco dell'Afd Joerg Meuthen, vicepresidente di Id, ha cercato di interromperla protestando per le critiche; ma la presidente della Commissione si è rivolta a lui con un sorriso beffardo e gli ha detto: "Questo vi fa arrabbiare, eh? Vi abbiamo preso in contraddizione e non potete sopportarlo. Ma questa è la democrazia. Voi state predicando odio, noi vogliamo soluzioni, un approccio costruttivo alle migrazioni; perché le migrazioni - ha sottolineato - ci saranno sempre". Per von der Leyen, "questo è il momento di un nuovo approccio, per spingere per un nuovo inizio dei negoziati. Basta dare due numeri: ogni anno vengono in Europa circa 2 milioni di persone e 140 mila rifugiati. Vengono in Europa perché è un continente meraviglioso che offre molte opportunità. Due milioni di persone e 14.000 rifugiati sono la normalità, e noi dovremmo essere in grado di gestirla". Per questo, ha concluso, "proporremo una nuova legislazione la settimana prossima e ci sarà tempo per discuterla qui", al Parlamento europeo.

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium

Tag