Set 24, 2020 07:34 Europe/Rome
  • Iran, gli USA tornano a minacciare alleati europei

WASHINGTOBN (Pars Today Italian) - ​​​​​​​Il rappresentante speciale degli Stati Uniti per l'Iran, Elliott Abrams, ha messo in guardia gli alleati europei da una possibilità bocciatura del piano di sanzioni contro l'Iran.

L'embargo delle Nazioni Unite sulle armi contro l'Iran, garantito dall'accordo nucleare iraniano del 2015, scadrà il 18 ottobre.

L'amministrazione Trump, che si è ritirata dall'accordo nel maggio 2018, ha spinto i suoi partner nel Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite per l'estensione del divieto, ma finora senza risultati.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump intende emanare un ordine esecutivo nei prossimi giorni che autorizzerebbe Washington a imporre sanzioni secondarie contro qualsiasi entità straniera che commercia armi convenzionali con l'Iran e quindi di fatto escluderle dal mercato statunitense, ha riferito Reuters, citando quattro fonti anonime.

Il meccanismo di sanzioni secondarie implica che le entità straniere che violano l'embargo commerciale iraniano sarebbero escluse dal commercio con la terza parte, gli Stati Uniti in questo caso.

"La maggior parte delle società straniere non vuole rischiare" di perdere l'accesso al mercato statunitense per commerciare con "paesi più piccoli come l'Iran". Alle società americane è già stato vietato di vendere armi a Teheran.

Mercoledì, il rappresentante speciale degli Stati Uniti per il Venezuela e l'Iran Elliott Abrams ha accennato alla possibile introduzione dell'ordine esecutivo, affermando che l'amministrazione Trump stava pianificando d'imporre sanzioni contro i violatori dell'embargo sulle armi delle Nazioni Unite contro l'Iran.

La notizia non è stata immediatamente confermata o smentita dalla Casa Bianca.

Accordo nucleare iraniano e l'embargo degli armamenti

Nell'ambito del Piano d'azione globale congiunto concluso tra Iran, Russia, Stati Uniti, Regno Unito, Cina, Francia e Germania nel 2015, Teheran è soggetta a un embargo sulle armi convenzionali delle Nazioni Unite che scadrà a ottobre.

Nel maggio 2018, gli Stati Uniti hanno abbandonato unilateralmente l'accordo, che intendeva limitare le scorte iraniane di uranio arricchito, e hanno reimposto le sanzioni a Teheran. L'amministrazione Trump ha ora chiesto al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite di estendere indefinitamente l'embargo sulle armi contro l'Iran, ma non è riuscita a ottenere il sostegno di altre potenze. Ha inoltre espresso l'intenzione di ripristinare tutte le sanzioni delle Nazioni Unite contro il paese, con la misura che dovrebbe entrare in vigore il 20 settembre

Tag

Commenti