Gen 15, 2021 12:15 Europe/Rome
  • Cina, esperti chiedono sospnesione del vaccino di Pfizer dopo decessi in Norvegia

PECHINO-In Europa è partita la campagna vaccinale contro il covid. Per adesso la maggior parte di chi è sottoposto all’inoculazione della prima dose di vaccino ha ricevuto quello prodotto da Pfizer.

 Un vaccino basato sul cosiddetto mRNA messaggero. Proprio come quello prodotto dalla statunitense Moderna, il secondo vaccino giunto alle nostre latitudini.

Dalla Cina, come riporta il quotidiano Global Times, arriva l’invito da parte di esperti sanitari a sospendere l’inoculazione di vaccini che utilizzano mRNA messaggero, in particolare agli anziani, a causa delle incertezze sulla sicurezza a seguito della morte di 23 anziani norvegesi che hanno ricevuto il vaccino.

Il nuovo vaccino a mRNA è stato sviluppato in fretta e non era mai stato utilizzato prima su larga scala per la prevenzione delle malattie infettive e la sua sicurezza non è stata confermata per l'uso su larga scala negli esseri umani, ha detto un immunologo cinese.

Inoltre gli esperti cinesi hanno evidenziato che le morti avvenute in Norvegia dimostrano che l’efficacia dei vaccini mRNA per Covid-19 non è buona come previsto.

La Norvegia ha segnalato ben 23 decessi in relazione alla vaccinazione, scrive il quotidiano cinese.

"Finora, 13 decessi sono stati valutati. Gli effetti collaterali comuni potrebbero aver contribuito a un decorso grave negli anziani fragili", ha spiegato l'Agenzia norvegese per i medicinali sul suo sito web.

Tutti i decessi si sono verificati in pazienti anziani e fragili in case di cura. Tutti hanno più di 80 anni e alcuni di loro più di 90, secondo quanto riportato dal media norvegese NRK.

In Norvegia vengono utilizzati due vaccini COVID-19, Comirnaty, di BioNTec/Pfizer e Moderna. I vaccini sono stati sviluppati sulla tecnologia mRNA e hanno ricevuto un'approvazione temporanea nell'UE, secondo l'agenzia.

La Norvegia ha lanciato una campagna di vaccinazione di massa alla fine di dicembre, con la vaccinazione per primi ai cittadini più anziani e ai residenti delle case di cura, compresi quelli di età superiore agli 85 anni.(lantidiplomatico.it)

 

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:
Instagram: @parstodayitaliano
Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte
Twitter: RadioItaliaIRIB
Youtube: Redazione italiana
VK: Redazione-Italiana Irib
E il sito: Urmedium

Tag