Mar 05, 2021 20:55 Europe/Rome
  • Myanmar, un'altro manifestante ucciso durante le proteste

Ancora sangue in Myanmar.

La polizia e le forze di sicurezza hanno usato lacrimogeni e proiettili di gomma contro i manifestanti scesi in strada in varie zone del Paese. Anche oggi i manifestanti avevano eretto barricate per fermare l'intervento della polizia. Le notizie che arrivano da Myanmar parlano di interventi della polizia contro i manifestanti a Yangon dove la folla è stata dispersa con i lacrimogeni, a Monywa, Myingyan e Pathein. A Mandalay la polizia ha aperto il fuoco contro i manifestanti scesi ancora una volta in strada per protestare contro il colpo di stato militare, uccidendo una persona durante una protesta di giovani ingegneri. Lo riferisce Reuters citando testimoni e media locali secondo i quali un giovane è morto dopo essere stato colpito al collo: "La polizia ha interrotto la manifestazione, la gente si è messa a correre," racconta un testimone, "e un uomo è stato colpito al collo". Già dalle prime ore della mattina una grande folla aveva marciato pacificamente attraverso la città gridando: "L'età della pietra è finita, non abbiamo paura perché ci minacciate". Manifestazioni anche a Yangon e Naypyitaw mentre le famiglie seppelliscono le vittime degli scontri dei giorni scorsi.

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium

Tag