Apr 14, 2021 04:48 Europe/Rome
  • Ucraina e Nato avvertano Russia: pagherà un prezzo caro. Mosca reagisce

Mosca- Dichiarazioni incandescenti tra Ucraina, a fianco della Nato, e Mosca per la presenza russa al confine orientale.

"Negli ultimi giorni la Russia ha movimentato migliaia di soldati pronti al combattimento lungo i confini con l'Ucraina. Si tratta della più grande mobilitazione di uomini al confine dall'annessione illegale della Crimea nel 2014", ha detto il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, in conferenza stampa congiunta a Bruxelles con il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba. "Si tratta di un comportamento ingiustificato, inspiegabile e profondamente preoccupante. La Russia fermi le sue provocazioni e proceda con la de-escalation immediatamente. Mosca deve rispettare i suoi impegni internazionali".

"Se la Russia agirà contro di noi pagherà un prezzo caro", ha fatto seguito il ministro degli Esteri ucraino Kuleba.

La Russia da parte sua ha accusato la Nato di aver trasformato l'Ucraina in una "polveriera" in risposta all'allarme occidentale sulle truppe ammassate da Russia al confine orientale di Ucraina. "Gli Stati Uniti e altri Paesi della Nato stanno deliberatamente trasformando l'Ucraina in una polveriera", ha dichiarato il viceministro degli Esteri, Sergei Ryabkov, sottolineando che l'Ucraina sta ricevendo sempre più armi dall'Occidente. "Queste forniture sono continuate e il volume di questo sostegno è cresciuto", ha affermato il viceministro.

"Nel caso di un'escalation militare in Ucraina, la Russia è pronta a fare tutto il necessario per proteggere i suoi concittadini nelle regioni separatiste del Donbass", ha detto Ryabkov.

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium

Tag