May 05, 2021 17:59 Europe/Rome
  • Myanmar: governo di unità nazionale annuncia l’istituzione di una 'Forza di difesa'

(Pars Today Italian) –– Il governo ombra di unità nazionale del Myanmar, istituito dalle forze oppositrici della giunta militare al potere in quel Paese dal primo febbraio scorso, hanno annunciato tramite un comunicato ufficiale l’istituzione di una “Forza di difesa”.

 

Nel comunicato, pubblicato sul suo account Facebook ufficiale, il governo ombra avverte che non consentirà più alle forze di sicurezza del Paese di fare del male ai cittadini. Secondo la nota, la nuova Forza di difesa costituirà il nucleo di un futuro “Esercito federale dell’Unione”. Al governo di unità nazionale istituito dagli oppositori della giunta fanno parte parlamentari deposti e i rappresentanti di diversi gruppi etnici del Myanmar: non è chiaro se alle nuove Forze di difesa aderiscano anche le milizie etniche che da mesi hanno ripreso le ostilità con l’Esercito regolare in diversi Stati birmani, incluso quello di Karen.

 

Gruppi armati non ancora hanno attaccato due basi aeree delle Forze armate del Myanmar il 29 aprile, a segnalare un ulteriore aggravamento della crisi iniziata col colpo di Stato militare dello scorso primo febbraio. La prima azione, come riferito dall’agenzia di stampa “Delta”, è avvenuta nelle prime ore di stamane nella città centrale di Magway, dove sono state udite tre esplosioni. I militari hanno chiuso le strade che conducono alla base. Successivamente, cinque razzi sono caduti nella zona di una delle principali basi aeree del Paese, a Meiktila, a nord-est di Magway. Sui social è stato postato un video, la cui autenticità non è al momento verificabile, che mostra la caduta di un razzo, seguita da una forte esplosione. Non è chiaro chi vi sia dietro i due attacchi, ma nelle ultime settimane si registra il sempre più forte coinvolgimento di gruppi armati etnici nella resistenza contro i golpisti.

 

L’Unione nazionale Karen (Knu), una delle milizie etniche in lotta contro le Forze armate regolari del Myanmar, ha rivendicato la conquista e la distruzione di una base militare dell’esercito birmano a Est del paese, vicino al confine tra Myanmar e Thailandia. Lo ha annunciato il 27 aprile, Padoh Saw Taw Nee, responsabile degli affari esteri della Knu. Il gruppo armato, che ha ripreso le ostilità contro le forze regolari dopo il golpe militare del primo febbraio scorso. La distruzione della base avrebbe chiuso una giornata di scontri lungo il fiume Salween, che nello Stato birmano di Karen delimita per un tratto il confine tra Myanmar e Thailandia. Il mese scorso, dopo la conquista di un’altra struttura militare da parte della Knu, la giunta militare birmana ha effettuato una serie di attacchi aerei notturni, i primi nello Stato di Karen da oltre 20 anni a questa parte. Nelle scorse settimane gli scontri tra forze regolari e milizie etniche si sono intensificati, e oltre 24mila civili hanno dovuto abbandonare le loro abitazioni, inclusi circa 2mila che hanno cercato rifugio oltre il confine con la Thailandia. La Knu ha preso posizione pubblicamente contro il golpe militare del primo febbraio, e afferma di aver dato asilo ad almeno 2mila dissidenti fuggiti dai centri urbani del Paese.

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium

 

 

 

 

 

 

Tag