May 14, 2021 19:04 Europe/Rome
  • Tensioni Cina-Filippine, Duterte protesta contro la presenza di navi cinesi nel Mar Cinese Meridionale

Il presidente filippino Rodrigo Duterte ha dichiarato oggi che non ritirerà le navi dalle aree contese del Mar Cinese Meridionale poiché rifiuta di piegarsi alle pressioni di Pechino.

"Resistiamo e voglio affermare di nuovo qui e ora che le nostre navi da lì non si muoveranno di un centimetro", ha detto in un discorso televisivo. Il presidente filippino ha ribadito che la guerra contro la Cina non è un'opzione, ma ha comunque espresso la sua volontà di porre fine alle relazioni amichevoli con Pechino. “Non voglio litigare, non voglio guai. Io rispetto la tua posizione e tu rispetti la mia. Ma non andremo in guerra”, ha detto Duterte. “Davvero non mi ritirerò. Possono anche uccidermi se vogliono, ma io resterò qui. È qui che finirà la nostra amicizia", ha aggiunto. I suoi commenti arrivano in seguito al rilevamento da parte delle Filippine della presenza di 287 navi cinesi, alcune con soldati a bordo. Ciò ha spinto le Filippine a schierare a loro volta navi in ​​un'area che considerano parte della zona economica esclusiva. Il mese scorso la Cina ha invitato le Filippine a "porre fine alle azioni che complicano la situazione e all'escalation delle controversie" e a rimuovere le sue navi dalle acque contese. Nel 2016 la Corte permanente di arbitrato si è pronunciata contro le pretese della Cina sulla maggior parte del Mar Cinese Meridionale e delle sue isole. La scorsa settimana Duterte ha definito la sentenza "un pezzo di carta che potrebbe essere gettato nel cestino della spazzatura".

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium

 

 

Tag