Giu 20, 2021 22:44 Europe/Rome
  • 22 giugno, Lavrov: a questo porta la russofobia

MOSCA - Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha sottolineato l'importanza della data di inizio della Grande Guerra Patriottica (22 giugno 1941). Un monito molto importante in tempi dove la storia è costantemente falsificata con l’obiettivo di cancellare i meriti di una parte, quelli innegabili dell’Unione Sovietica la cui azione fu decisiva per la sconfitta del nazismo, e giungere così a inaccettabili equiparazioni come quella tra comunismo e nazismo.

«Questa tragica data dovrebbe servire a ricordare quanto sia stato duro il mondo per noi, a cosa può portare la percezione del proprio eccezionalismo, sciovinismo, russofobia e antisemitismo. Il nostro sacro dovere è quello di preservare la verità sugli eventi di quegli anni, trasmetterla alle generazioni future e preservare l'onore e il buon nome degli eroi-liberatori», ha affermato il diplomatico di Mosca in un messaggio di saluto agli organizzatori e ai partecipanti del Forum Internazionale dei Compatrioti Russi "22 giugno 1941 La vittoria sarà nostra!”. Lavrov ha inoltre aggiunto ed evidenziato che il popolo dell’Urss ha svolto un ruolo chiave nella vittoria sul nazismo a costo di perdite colossali. Un fatto che nessuna falsificazione storica potrà mai cancellare. In precedenza - ricorda il quotidiano Komsolskaya Pravda - il presidente russo Vladimir Putin ha incaricato il governo di presentare proposte per la creazione di un centro per lo studio della storia della Grande Guerra Patriottica entro il 1 ottobre. Responsabile della realizzazione di quanto stabilito dal presidente Putin è il Primo Ministro della Federazione Russa Mikhail Mishustin, coadiuvato dal Presidente dell'Accademia Russa delle Scienze Alexander Sergeev, dal Direttore del Servizio di intelligence estero della Federazione Russa Sergey Naryshkin, e dal Presidente dell'RVIO Vladimir Medinskij.

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium

 

 

Tag