Lug 30, 2021 22:24 Europe/Rome
  • L’evacuazione degli interpreti degli Stati Uniti dall’Afghanistan

WASHINGTON - Venerdì mattina è atterrato a Washington un aereo di linea con a bordo circa 200 persone afghane che negli anni scorsi avevano collaborato con l’esercito degli Stati Uniti in Afghanistan, fornendo supporto logistico e facendo da interpreti con la popolazione locale.

È il primo aereo di questo tipo e ne dovrebbero seguire molti altri, perché l’amministrazione americana di Joe Biden ha deciso di evacuare centinaia e forse migliaia di collaboratori afghani dell’esercito dopo il ritiro dal paese, per evitare che subiscano ritorsioni. L’evacuazione arriva in un momento in cui il gruppo estremista islamista dei talebani sta riprendendo il controllo di varie zone dell’Afghanistan, ora che il ritiro dell’esercito statunitense è quasi completo: in teoria i soldati dovrebbero lasciare l’Afghanistan entro l’11 settembre, ma la gran parte degli uomini e dei mezzi è già stata portata via.

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium