Lug 31, 2021 22:25 Europe/Rome
  • Haiti, ex giudice sospettato per l'assassinio del presidente Moise

Port-au-Prince - La polizia haitiana ha prodotto nuove accuse contro una ex giudice della Corte Suprema, per presunti legami con l'assassinio del presidente Jovenel Moise all'inizio di questo mese. Avrebbe incontrato alcuni mercenari colombiani accusati di essere gli esecutori del magnicidio, secondo quanto riporta Reuters.

All'inizio della settimana la Procura di Port-au-Prince ha emesso un'ordine di detenzione nei confronti dell'avvocato Wendelle Coq-Thelot, già giudice della Corte Suprema ed estromessa assieme ad altri due magistrati lo scorso febbraio, quando Moise ha affermato che era stato pianificato un colpo di stato contro di lui. Reuters riferisce che allo stato attuale la posizione di Coq-Thelot è sconosciuta e non è stato possibile contattarla per un commento. L'ispettore generale Marie Michelle Verrier, portavoce della polizia nazionale di Haiti, ha dichiarato che, durante gli interrogatori, i mercenari colombiani e haitiani-statunitensi hanno raccontato di aver avuto di aver incontrato due volte Coq-Thelot. Gli incontri sono avvenuti nella casa dell'avvocato. Il presidente Jovenel Moise è stato ucciso da un commando che ha fatto irruzione nella sua residenza lo scorso 7 luglio. La polizia ha identificato 28 sospetti, per lo più cittadini colombiani, e ne ha arrestati almeno 23.

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium