Set 17, 2021 20:54 Europe/Rome
  • L'ira della Francia per il patto anti-Cina

L’annuncio di un nuovo patto militare per il contenimento della Cina nella regione del Pacifico, fatto mercoledì sera dai leader di Stati Uniti, Inghilterra e Australia, ha provocato reazioni molto critiche non soltanto da parte della Cina – come era prevedibile – ma soprattutto da parte di alcuni alleati.

La Francia, in particolare, ha definito l’esclusione dal patto militare come un tradimento della fiducia e «una pugnalata alle spalle», e ha paragonato la decisione di Biden alle sconsiderate decisioni di politica estera del suo predecessore, Donald Trump: come hanno notato diversi media, era dai tempi dell’intervento americano in Iraq nel 2003 che non veniva usata una retorica così dura tra i due alleati. La ragione immediata della delusione della Francia è anzitutto economica: il patto militare appena annunciato (che si chiama AUKUS, acronimo di Australia, United Kingdom e United States) ha come prima e principale iniziativa quella di dotare l’Australia di una flotta di sottomarini a propulsione nucleare, per consentirle di operare nella regione dell’Indo-Pacifico, un’ampia e strategica area che va dalle coste orientali dell’Africa fino alle isole del Pacifico. Si tratta di una tecnologia sofisticata e strategicamente rilevante, che attualmente è posseduta soltanto da sei paesi al mondo.

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium