Set 27, 2021 22:09 Europe/Rome
  • Germania: dopo Merkel incertezza

BERLINO - Iniziata nel 2005, l’era del cancellierato di Angela Merkel sembra ormai essere in procinto di chiudersi sotto ogni aspetto, anche quello delle certezze politiche. Le elezioni federali tedesche hanno infatti dato la vittoria ai socialisti della Spd, partito che ha conquistato il 25,7% contro il 24,1% della cordata Cdu/Csu, ed è un fatto nuovo che in Germania non vi sia un partito che abbia superato il 30%.

Un risultato che apre diversi scenari possibili, tra cui quello più probabile è un’alleanza fra l’Spd e i Verdi, partito che hanno ottenuto il 14,8%. Il candidato naturale al cancellierato dell’Spd è Olaf Scholz, attualmente vicecancelliere e ministro delle Finanze, il quale tuttavia per dare forza alla sua maggioranza avrebbe bisogno dei liberali dell’Fdp, col voto di oggi all’11,5%, e così comporre la cosiddetta “coalizione semaforo”, dal colore dei partiti. L’ipotesi sarebbe tuttavia difficile, dal momento che Verdi e liberali non vanno d’accordo, ed anche per la campagna elettorale hanno presentato programmi contrastanti. La Cdu, che non è arrivata molto distante dalla Spd, punta ancora al cancellierato con il suo candidato Armin Laschet, presidente del partito e presidente della Renania Settentrionale-Vestfalia, ma in questo caso si dovrebbe dare nuovamente vita ad una Grosse Koalition (Cdu/Csu + Spd), esperienza che dà evidenti segnali di ruggine e che a quanto pare non vogliono gli stessi interessati. Altra possibilità è una maggioranza Cdu/Csu con Verdi e liberali, la “coalizione Giamaica”. Scholz, che come Laschet punta alla cancelleria, ha fatto sapere di preferire l’alleanza con Verdi e liberali, ma i giochi si aprono ora, e non sarà per nulla facile superare l’incertezza del momento. 

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium