Ott 22, 2021 16:25 Europe/Rome
  • Cina. Crollo in borsa di Evergrande: -14%

PECCHINO - Le azioni del gruppo cinese Evergrande sono crollate fino al 14,2% alla ripresa delle contrattazioni a Hong Kong, il 21 ottobre, dopo una pausa di tre settimane, quando la società immobiliare ha cercato di vendere una quota di controllo nella sua attività di gestione immobiliare.

Il crollo dei colloqui per vendere il 50,1% di Evergrande Property Services a Hopson Development Holdings per 2,58 miliardi di dollari, rivelato nella tarda serata del 20 ottobre, aumenta le probabilità che Evergrande sia inadempiente su un’obbligazione offshore in questa settimana. Evergrande ha indicato che non ha fatto progressi su altre vendite di beni, mentre la scadenza di 30 giorni per rimediare al mancato pagamento di una cedola scade sabato 23 ottobre: «Non c’è stato alcun progresso materiale sulla vendita di beni del gruppo (…) In vista delle difficoltà, sfide e incertezze nel migliorare la sua liquidità, non vi è alcuna garanzia che il gruppo sarà in grado di soddisfare i suoi obblighi finanziari». Dalla fine di settembre, Evergrande non è riuscito a pagare le cedole delle obbligazioni per un valore di 277 milioni di dollari. Le sue azioni e obbligazioni hanno perso quattro quinti del loro valore quest’anno. I travagli di Evergrande hanno scosso i mercati globali mentre gli investitori cercano di valutare le conseguenze di un possibile collasso della società e si preoccupano della salute più ampia del mercato immobiliare cinese.

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium