Ott 28, 2021 03:01 Europe/Rome
  • In Portogallo il governo di sinistra traballa

LISBONA - Il governo di sinistra del Portogallo, guidato dal primo ministro António Costa, sta rischiando seriamente di cadere per via di un forte disaccordo con i suoi alleati della sinistra radicale sulla legge di bilancio che riguarda il 2022.

Martedì pomeriggio al parlamento portoghese è iniziata una discussione che potrebbe durare giorni, ma che le forze di maggioranza considerano l’ultimo tentativo per trovare un accordo. Se non ci riusciranno, il presidente della Repubblica Marcelo Rebelo de Sousa ha già annunciato che scioglierà il parlamento e indirà nuove elezioni. Attualmente il Partito Socialista di Costa guida un governo di minoranza che si regge sull’appoggio esterno del Partito Comunista (PCP) e del Blocco di Sinistra (BE). La coalizione è la stessa che governa dal 2015, ma dopo le elezioni del 2019 i rapporti fra i partiti erano progressivamente peggiorati. Oggi l’appoggio del PCP e del BE ai Socialisti non è considerato più un fatto scontato, e viene negoziato su ogni singolo provvedimento.

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:

Instagram: @parstodayitaliano

Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte

Twitter: RadioItaliaIRIB

Youtube: Redazione italiana

VK: Redazione-Italiana Irib

E il sito: Urmedium