Dic 02, 2021 18:17 Europe/Rome
  • Sale la tensione tra Nato e Russia. Stoltenberg: 'pagheranno un prezzo alto'

Riga - "Qualsiasi aggressione costerà alla Russia un prezzo elevato, nonché gravi conseguenze ...

politiche ed economiche". Quello lanciato dal segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, e' stato un monito che molti osservatori ritengono possa essere il preludio per una nuova stretta sulle sanzioni promosse dall'Occidente nei confronti della Russia. Dal vertice in Lettonia, il segretario di Stato americano, Antony Blinken, ha affermato che gli Stati Uniti sono venuti in possesso di prove che certificherebbero gli studi da parte di Mosca per nuovi piani in vista di un'invasione dell'Ucraina. "Nelle ultime settimane - ha detto Blinken ai giornalisti - la Russia ha intensificato la pianificazione di potenziali azioni militari in Ucraina, incluso il posizionamento di decine di migliaia di ulteriori forze di combattimento vicino al confine ucraino". Parole che si legano all'inchiesta del Washington Post secondo cui gli analisti dell'intelligence americana avrebbero confermato che Mosca ha predisposto piani segreti di impiego delle forze armate con movimenti di truppe che sono avvenuti "in modo non trasparente", ovvero di nascosto e durante le notti di maggiore tensione tra Mosca e Kiev.

I ministri degli Esteri dei Paesi membri dell'Alleanza atlantica hanno reagito a queste prove rilanciando sull'opportunità di inviare un avvertimento chiaro nei confronti della Federazione russa.

 

 

Potete seguirci sui seguenti Social Media:
Instagram: @parstodayitaliano
Whatsapp: +9809035065504, gruppo Notizie scelte
Twitter: RadioItaliaIRIB
Youtube: Redazione italiana
VK: Redazione-Italiana Irib
E il sito: Urmedium

Tag